ROMA

Stadio della Roma, maxiprocesso per Parnasi, De Vito e Lanzalone: riuniti tre filoni d'inchiesta

Giovedì 16 Gennaio 2020

Diventa un maxiprocesso il procedimento legato all'indagine sul nuovo Stadio della Roma. I giudici dell'ottava sezione collegiale, accogliendo la richiesta della Procura, hanno riunificato i tre filoni processuali in uno solo procedimento che vede imputate 16 persone. Tra loro l'imprenditore Luca Parnasi, il presidente dell'Assemblea capitolina, Marcello De Vito e l'ex presidente di Acea, Luca Lanzalone. I pm contestano, a seconda delle posizioni, associazione per delinquere, corruzione e finanziamento illecito. All'udienza di oggi è presente in aula De Vito. Ammesse come parte civile, oltre al Campidoglio, Cittadinanzattiva e Codacons, anche Assoconsum e il ministero dei Beni Culturali.

Roma, De Vito e l'amico influencer: «Voleva fargli fare il sindaco»

A comparire come testimone ci sarà anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, che è nella lista della Procura e di alcune difese. Tra i testimoni che verranno ascoltati anche Mauro Baldissoni, uno dei dirigenti della As Roma, e Franco Giampaoletti direttore generale del Campidoglio. I giudici, infine, hanno respinto una eccezione presentata dai difensori di De Vito sulla genericità del capo di imputazione.

Ultimo aggiornamento: 14:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA