Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Matrimonio al risparmio, prenotano ristorante sull’Appia Antica ma non dicono che si sono sposati

Lo sgomento del titolare: «Me l’avreste dovuto dire prima». I neo marito e moglie, però, hanno risposto: «Ci avreste aumentato il prezzo»

Matrimonio a risparmio, prenotano al ristorante sull Appia Antica ma non dicono che si sono sposati
3 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Settembre 2022, 16:04 - Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 11:49

Una coppia di sposi ha prenotato per pranzo a un ristorante sull’Appia Antica senza aver detto che avrebbero celebrato prima il matrimonio. Insieme agli altri invitati, circa 20, si sono presentati vestiti per l’occasione, suscitando lo sgomento del titolare: «Me l’avreste dovuto dire prima». I neo marito e moglie, però, hanno risposto: «Ci avreste aumentato il prezzo».

Elezioni, dimmi cosa voti e ti dirò se sei a rischio divorzio: la ricerca che analizza coppie, amore e politica

Matrimonio a risparmio sull’Appia Antica, il “rincaro”

Pietro (ndf) contatta diversi ristoranti sull’Appia Antica per festeggiare le nozze con Marina. Non vogliono rinfreschi o particolari attenzioni, gli piacerebbe solo passare del tempo con gli amici in un bel posto di Roma. Senza fronzoli. Così chiama diversi locali su una delle vie più suggestive della Capitale. Ma si sente rispondere sempre la stessa frase: se è per un matrimonio, non facciamo il menù alla carta. «Appena dicevo che era per un pranzo dopo le nozze, aumentava il prezzo. Per questo ho deciso di prenotare senza dire che ci saremmo sposati la mattina».  

Si converte all’Islam e sposa un'iraniana, poi 62enne di Ostia la ripudia: «Ti taglio la testa»

La risposta dei ristoranti

Contattato uno dei ristoranti su via Appia, la persona che si occupa dei matrimoni ha proposto (in realtà) diverse soluzioni. «C’è la possibilità di festeggiarlo con il menù alla carta, ma anche di riservare un’apposita sala». C’è tuttavia un limite. «In questo caso chiediamo che non siano più di 30 persone, per motivi organizzativi in cucina: si può immaginare che altrimenti è difficile accontentare le richieste».

 

Il danno all’immagine

Bisogna poi notare un altro aspetto. Ed è quello dell’immagine del ristorante. Se una coppia di sposi decide di festeggiarlo senza volere tutte le attenzioni del caso, potrebbe creare dei problemi al locale. Per due motivi: il primo, facile da immaginare, è che gli altri clienti potrebbero pensare che non siano stati trattati adeguatamente; il secondo, invece, è che si potrebbe creare la situazione in cui la celebrazione disturbi gli altri commensali. La scelta dei ristoratori, quindi, può essere legittima. Purché non ci sia una speculazione.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA