Spin Time, lo stabile è moroso ma si ristruttura la discoteca

Mercoledì 22 Maggio 2019

La cancellazione del rave Amen, previsto lo scorso weekend, aveva fatto ben sperare i residenti dell'Esquilino, da anni alle prese con i rumori molesti della discoteca abusiva di Spin Time Labs. Una cancellazione decisa anche sull'onda delle polemiche e delle perplessità che hanno accompagnato il gesto dell'elemosiniere del papa, che, forse con l'aiuto di qualche complice, ha consentito il ritorno della corrente. Per la verità, anche gli eventi notturni del prossimo weekend sono stati cancellati e sostituiti da alcuni dibattiti e incontri, più politicamenet corretti, per non irritare quanti si erano indignati per i business degli occupanti di via di Santa Croce in Gerusalemme. Ma adesso emerge che l'interruzione delle notti dance a tutto volume è solo provvisoria. Nei giorni scorsi, infatti, sono iniziati dei lavori al piano seminterrato, quello usato come discoteca (capienza di oltre 1000 persone): non solo per insonorizzarlo ma anche per renderlo più sicuro.

Tiburtino, la beffa del palazzo occupato pericolante: «Paghino i privati»
 

I CONTROLLI
Una decisione scaturita dalla stretta preannunciata dalla Questura sulle discoteche abusive (ma anche sui ristoranti) sorte all'interno delle strutture occupate della capitale. Nello specifico, la polizia amministrativa è intenzionata dopo aver sollevato il tema in una riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza, in Prefettura ad adottare, anche per questa discoteca abusiva, gli stessi criteri che valgono per i locali tradizionali. E, quindi, verificare la presenza di uscite di sicurezza (totalmente assenti nel caso di Spin Time), ma anche di un impianto anti-incendio (anche questo assente) e via dicendo. Così, nell'attesa che i lavori finanziati, presumibilmente, con i soldi ricavati dalle attività commerciali illecite sorte all'interno dell'ex sede Inpdap siano conclusi, le feste sono state rinviate. «Dopo queste settimane difficili la situazione a Spin Time Labs - hanno scritto, ieri, su Facebook gli organizzatori di un popolare party in programma per questo venerdì - è tornata alla normalità e sono già iniziati i lavori di insonorizzazione e di messa in sicurezza della sala, quindi abbiamo preferito decidere di spostarci». Non sono ancora chiari i tempi di conclusione di questi interventi. I responsabili della costola ludica di Spin Time, hanno scritto, sempre sui loro canali social, che le notti danzanti torneranno presto. Questo al netto delle decisioni che saranno prese in Prefettura relativamente alle attività fuorilegge di questa struttura. Quel che è certo, è che la morosità con la Hera - che supera i 300mila euro - relativamente all'utilizzo della corrente elettrica, non è stata ancora saldata e, all'orizzonte, non c'è nessuno disposto a saldare questi debiti.
M. Pas.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 09:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma