Droga, arrestati 11 trafficanti: nella banda i fratelli che investirono i buttafuori al Qube

Martedì 4 Febbraio 2020 di Marco De Risi
Arrestati 11 trafficanti di droga, nella banda i fratelli che investirono i buttafuori al Qube
Undici arresti della polizia al Tiburtino III e a Colli Aniene per traffico di cocaina. Da tempo la banda di spacciatori seminava paura nei quartieri. Tra le persone finite in manette, c'è anche i fratelli Briscese che il 27 gennaio del 2019 investirono intenzionalmente due buttafuori della discoteca Qube e per questo sono stati condannati a 10 anni. Un investimento folle e con matrice razzista, l'uomo alla guida gridò ”sporco negro” ad uno della sicurezza. I giovani erano stati allontanati dalla discoteca e per vendicarsi investirono i buttafuori.

Colli Aniene e Tiburtino 3°, fermati all'alba undici trafficanti per un giro di stupefacenti

Poi si diede alla latitanza ma la polizia riuscì a scovarlo ed arrestarlo per tentato omicidio. Sono stati gli agenti del commissariato San Basilio, dopo mesi d’indagini, a mettere le manette ai narcos di Tiburtino III e Colli Aniene. Non andavano per il sottile a sentire gli inquirenti: bruciavano ristoranti per terrorizzare le vittime e poi spacciavano cocaina ma anche droghe sintetiche. Era chiamata la banda ”dei venti chili”: la quantità mensile di droga che riuscivano a smerciare. Il gruppo si distingueva per pestaggi e altre brutalità. Gli agenti in borghese di San Basilio li hanno pedinati per mesi, fotografati mentre spacciavano ed hanno recuperato un revolver calibro 38. Fra gli arrestati figurano: Alessio Nataletti, i fratelli Gabriele e Daniele Briscese, Emanuele Seretti considerato dagli investigatori il capo dell’organizzazione.

  © RIPRODUZIONE RISERVATA