ROMA

Campo nomadi di Castel Romano, il sindaco dispone lo sgombero di parte dell'area

Mercoledì 17 Febbraio 2021 di Alessia Marani
Un camponomadi

La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato un’ordinanza che prevede lo sgombero dell’area F e dell’area ex Tor Pagnotta all’interno del campo rom di Castel Romano. «L’obiettivo è ripristinare le condizioni ambientali e igienico sanitarie a tutela della salute pubblica», spiega una nota del Campidoglio, ricordando che le aree sono attualmente occupate da 77 persone e che il campo di Castel Romano ad oggi è ancora sottoposto a sequestro preventivo da parte dell’autorità giudiziaria.
«Le attività per superare e chiudere il campo di Castel Romano sono state avviate da tempo. A causa dell’emergenza Covid le operazioni hanno subito un rallentamento: la normativa nazionale, infatti, prevedeva un blocco degli sgomberi fino al 31 dicembre 2020. Con questa ordinanza si procederà adesso allo sgombero delle persone che si trovano all’interno di queste aree, e al reinserimento di quelle fragili in strutture adeguate. Il nostro percorso per superare e chiudere definitivamente i campi rom presenti a Roma prosegue nel segno della legalità - sottolinea la sindaca Virginia Raggi -. Ricordo che la nostra amministrazione ha già chiuso gli insediamenti rom di Camping River, Foro Italico e quello di Schiavonetti. Siamo in fase avanzata sui campi di Barbuta e Monachina, che dal 2017 a oggi sono stati svuotati del 70%. Garantiamo tutela alle persone più fragili e usiamo il pugno duro nei confronti di chi delinque. È la nostra terza via: superiamo gradualmente i campi costruendo un equilibrio tra diritti e doveri».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA