ROMA

Scuole chiuse a Roma, mamma Raggi si porta il figlio in Campidoglio

Venerdì 13 Dicembre 2019 di Veronica Cursi
8

A Roma piove. Non un nubifragio, siamo sinceri. Ma ieri con un'ordinanza comunale il sindaco Raggi ha deciso di chiudere oggi tutte le scuole della città in vista dell'allarme maltempo. La decisione, presa ieri sera in tarda serata, ha gettato i genitori nello sconforto più totale alle prese con organizzazioni dell'ultimo minuto e nonni sitter.

Roma, scuole chiuse per pioggia e vento. La sindaca Raggi: «Restate a casa»

Presidi e genitori: «Nessuno ci ha avvertito»

La stessa mamma Raggi è dovuta correre ai ripari e stamattina si è portata il figlio Matteo a lavoro: il bimbo ha fatto capolino in Campidoglio al termine di una conferenza stampa. Mentre un secondo appuntamento della sindaca previsto nel tardo pomeriggio è invece stato annullato causa maltempo.
Il maltempo ha portato non solo alla chiusura delle scuole, ma allo stravolgimento di tutte le attività familiari: cancellati corsi di catechismo, attività sportive, lezioni extrascolastiche. Tanto che a qualche mamma sono arrivati messaggi del tipo: «Cari genitori, oggi non avremo catechismo perché ci adeguiamo all'ordinanza».

«L'ordinanza del sindaco Raggi è un provvedimento assurdo e ingiustificato che ha gettato nel caos migliaia di famiglie», afferma il Codacons attaccando l'operato dell'amministrazione. «La fretta con cui è stata assunta la decisione di chiudere le scuole ha creato problemi a migliaia di genitori, costretti a prendere un giorno di ferie per accudire i figli, rimandare impegni o spendere soldi per baby sitter, non avendo avuto il tempo necessario per organizzarsi - spiega il Codacons - Tutti i genitori che hanno subito danni a causa di questa ordinanza assurda possono rivolgersi al Codacons per valutare eventuali azioni di rivalsa nei confronti del comune», conclude l'associazione».

I PRESIDI «Le scuole di Roma sono state chiuse con un un pò pioggerella. Il danno di immagine alla scuola è altissimo. Al posto di chiudere le scuole dovevano essere mobilitati i municipi con i loro uffici tecnici per verificare lo stato delle scuole a rischio. Lo afferma il presidente dell'Associazione nazionale presidi di Roma Mario Rusconi.» «Nell'ordinanza -prosegue- c'è, invece, scritto che i presidi devono presidiare gli istituti, un'espressione vaga e ambigua che non c'è nel contratto di lavoro dei dirigenti scolastici».

L'ALLARME DEL CAMPIDOGLIO
Ma com'è la situazione a Roma? Il Centro operativo comunale (Coc) è operativo da ieri e continua a monitorare la situazione in tutte le aree della città. È quanto si apprende dal Campidoglio. Al momento sono stati registrati allagamenti in alcune strade, che sono stati fronteggiati con immediati interventi da parte della Protezione Civile e del Simu. Il Sistema di Protezione civile regionale indica l'intensificarsi delle raffiche di vento a partire dalle ore 12 circa. Nella zona di Ostia e del Litorale raggiungeranno i 100 km/h.

Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre, 07:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma