San Valentino si festeggia ad arte: l'amore scatta al museo o a spasso tra i rioni

Lunedì 10 Febbraio 2020 di Laura Larcan
San Valentino si festeggia ad arte: l'amore scatta al museo o a spasso tra i rioni
Dove c’è amore, c’è anche cioccolata, meglio se accompagnata dall’arte. A San Valentino può succedere anche questo, ritrovarsi in un complesso archeologico sotterraneo e degustare delizie golose tra pareti affrescate. Anche le istituzioni culturali puntano a festeggiare l’amore con un carnet di iniziative “ispirate”. Per gli innamorati, bontà loro, vengono riscritte molte tariffe dei biglietti per venerdì 14 febbraio.

Al Maxxi si entra in due al costo di un solo biglietto (abbinato a promozioni e sconti anche per aperitivi e cene nel ristorante del museo). Stessa modalità promossa dalla Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea di Valle Giulia, valida per tutta la giornata. La formula 2x1 è valido anche alla Casa di Goethe in via del Corso 18 dove a San Valentino le coppie entrano con un solo biglietto intero (6 euro), mentre il Palazzo delle Esposizioni lancia il ticket low cost dalle ore 18 per gustarsi la grande mostra di Jim Dine. Non solo. Al piano zero, Caffè delle Esposizioni, va in onda il format RadioZero, programma di discussione di libri, musica e idee, dal titolo Psychofashion con un San Valentino party guidato da Clara Tosi Pamphili (dalle 18.30, ingresso libero).

Anche il Museo Etrusco di Villa Giulia confeziona un programma di eventi sul tema dell’amore, con visite guidate speciali per scoprire luoghi insoliti legati alla memoria di amori veri e mitici (dalle 10.30 alle 17). Fuori dai musei, la Sovrintendenza capitolina lancia il trekking d’amore alla scoperta di personaggi, aneddoti e luoghi inusuali della città. Venerdì prossimo, da mettere in agenda, si potrà scegliere tra nove passeggiate a tema, articolate nell’arco della giornata. Quattro passi tra incontri clandestini e giochi di seduzione, amori celebri e coppie mitologiche, storie di zitelle e innamorati celesti. Visite racconto che rientrano nel progetto “AmorRoma”, gratuite per i possessori della Mic card (5 euro) e prenotazione allo 060608, sino a esaurimento dei posti disponibili.

Qualche esempio? Una visita insolita alla scoperta della contrada dell’Ortaccio nel rione Campo Marzio, voluto da papa Pio V Ghislieri per relegarvi le prostitute di basso livello. Oppure, la riscoperta di una “soap opera ante litteram”, con la saga familiare dei defunti nei sepolcri repubblicani di via Statilia: un uomo, sua moglie, la loro schiava, in un intreccio di rapporti sentimentali. Una visita alla scoperta di ponte Milvio attraverso epigrafi e decorazioni, ma anche con la tradizione dei lucchetti dell’amore. L’esplorazione dello splendido colombario di Pomponius Hylas decorato con la storia del tragico amore di Orfeo e Euridice, e l’area archeologica del Circo Massimo sul filo rosso della seduzione nel mondo romano.

Da Cesare e Cleopatra a Mario Mafai e Antonietta Raphaël, tanti gli amori celebri che si sono consumati sullo sfondo dei Fori Imperiali, dall’antichità ai giorni d’oggi: venerdì prossimo, in occasione della festa degli innamorati, un’archeologa e una storica dell’arte, un duetto, li rievocheranno in una passeggiata all’interno dell’area archeologica. Il rione Pigna si racconta attraverso la memoria delle sue donne: le “malmaritate” di S. Marta, le “ammantate” della Minerva, tra zitelle e maritate. Egeria e Numa Pompilio, re di Roma, storia di un amore riuscito, diventa poi il tema del tour Lungo le pendici del Celio, nell’ area compresa tra via delle Camene, viale delle terme di Caracalla e piazzale Numa Pompilio.

E si rientra in un museo, il Civico di Zoologia, per un viaggio nel cielo del Planetario dove incontrare storie di innamorati celesti. Un San Valentino speciale anche nelle Domus romane del Celio. Potrebbe essere un regalo a sorpresa per il proprio partner: una visita guidata tra capolavori e storie di amanti, abbinata a degustazioni di cioccolato afrodisiaco (prenotazioni allo 06.39967755). Fuoriporta? Ci pensa il Castello di Santa Severa con l’apertura straordinaria per le coppie della Torre Saracena (dalle 10 alle 15). Il più originale? Villa d’Este e Villa Adriana che il 14 febbraio vogliono gratificare anche chi viene da solo. Con un contest: il miglior selfie registrato sarà premiato con un ticket gratis per il Santuario di Ercole Vincitore.
© RIPRODUZIONE RISERVATA