Rubarono due biciclette e una bottiglia di vino a un commerciante: condannati a 4 anni di carcere

Mercoledì 15 Maggio 2019 di Ermanno Amedei
Rubarono biciclette e rapinarono vino a Ciampino, condannati due rumeni
Quattro anni e tre mesi di carcere ciascuno per aver aggredito e per aver sottratto con rapina due biciclette e una bottiglia di vino ad un commerciante etnico di Ciampino. Una sentenza, quella pronunciata dal tribunale collegiale di Velletri a carico di due giovani rumeni che tiene conto anche della recidiva dato che i due, nullafacenti, sembra che vivessero di furti e piccole rapine.

I fatti si sono consumati a Ciampino il 21 ottobre scorso quando il 26enne e il 28enne domiciliati uno a Ciampino e l’altro a Roma, rubarono due biciclette in via San Francesco D’Assisi di proprietà di un commerciante del Bangladesh. Alcune ore dopo il derubato notò i due in sella alle bici e intimò loro di restituirle. Per tutta risposta, i giovani lo inseguirono costringendo l’uomo a riparare nel minimarket di sua proprietà.

I due, per entrare nel locale ruppero la porta e afferrando il commerciante per il collo, lo minacciarono di morte se non avesse aperto il registratore di cassa. Nel frattempo, uno dei due si era anche impossessato di una bottiglia di vino del valore di 7 euro e questo gesto, quando arrivarono i carabinieri arrestandoli, fece configurare il reato di rapina oltre a furto, lesioni personali e danneggiamento in concorso.

Dal carcere di Velletri hanno aspettato l’esito del processo a loro carico e la presidente del collegio giudicante, Silvia Artuso, ha letto la sentenza di condanna a 4 anni e tre mesi di carcere oltre al pagamento di una multa da 1.300 euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma