Roma, inaugurato nuovo pronto soccorso al Vannini: percorsi dedicati alle vittime di violenza

L'ingresso del pronto soccorso del Vannini, con un percorso dedicato alle vittime di violenza
2 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Settembre 2021, 12:47

Un percorso di Pronto soccorso autonomo e protetto, a cui si accede nella massima privacy, dedicato a donne e uomini oggetto di violenza di genere, fenomeno di estremo allarme sociale. Un progetto concreto al centro del nuovo Pronto Soccorso dell’Ospedale Vannini, inaugurato oggi. «Voglio esprimere gratitudine per lo straordinario lavoro e l’impegno assiduo che tutti gli operatori sanitari del Vannini stanno svolgendo anche in questo periodo di pandemia», ha detto l'assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato puntando l'attenzione su questo ospedale ‘in rosa’, dove si presta molta attenzione alla violenza di genere con percorsi dedicati, «qui le donne che vivono situazioni difficili posso trovare una porta sempre aperta».

Rieti, maltratta la moglie davanti alla figlia: scatta il divieto di avvicinamento

Presso la struttura sono stati assistiti dall'inizio della pandemia oltre 4.000 pazienti Covid, fin dal principio l’Ospedale Vannini è stato fondamentale nella cura e nell’assistenza, con professionalità e grande empatia nei riguardi dei pazienti. L'assessore ricorda quando tutto è iniziato: «Sono trascorsi oltre 580 giorni dall’individuazione della coppia di coniugi cinesi, da allora le nostre vite sono profondamente cambiate. Il Vannini è un avamposto in un quartiere popolare e multietnico, e fondamentale è la sinergia con il Servizio Sanitario Regionale e con la ASL Roma 2. Oggi oltre 4 milioni di over 12 sono immunizzati e a breve l’80% avrà chiuso il ciclo vaccinale, e grazie a presidi sanitari come questo andiamo avanti nella messa in sicurezza della popolazione»

© RIPRODUZIONE RISERVATA