ROMA

Roma, spacciatori formato famiglia: un fratello confezionava le dosi, l'altro le vendeva sotto casa: arrestati

Domenica 31 Maggio 2020

Tutto in famiglia, per non perdere i guadagni: così due fratelli cucinavano la droga e la vendavano quasi sotto casa. Ma è stato proprio il continuo andirivieni dei clienti all'angolo tra via Braccio da Montone e via Ettore Giovenale a far insospettire i poliziotti. La clientela abbondava e l'uomo di origini albanesi era costretto a risalire in casa spesso per prendere poche dosi per volta. Movimenti che non sono sfuggiti agli agenti del commissariato Porta Maggiore. Proprio durante una cessione di dose, una pattuglia ha fermato in via Posidonia la cliente, mentre altri agenti bloccavano lo spacciatore, che controllato aveva addosso un involucro con dosi di cocaina e 320 euro in contanti. Perquisita anche l'abitazione, una volta all'interno hanno trovato il fratello dello spacciatore seduto in cucina che confezionava le dosi: 10 involucri di cocaina e su una mensola, all'interno di un portamonete, altri 4 involucri, denaro in contante per un totale di 980 euro e un block-notes con nomi e cifre dei vari clienti. I due fratelli, quindi, di 39 e 36 anni, con precedenti di polizia, sono stati arrestati. 

leggi anche Controlli dei carabinieri, due arresti per droga e uno per maltrattamenti

© RIPRODUZIONE RISERVATA