ROMA

Rifiuti, “guerra dei sacchetti” tra ragazzi: al Tuscolano dilaga l'ultima follia

Giovedì 12 Dicembre 2019 di Camilla Mozzetti
Roma, “guerra dei sacchetti” tra ragazzi:
al Tuscolano dilaga l'ultima follia
Due sere fa ha deciso di farlo, stremato dalle continue segnalazioni andate a vuoto. Così Armando (lo chiameremo così, calabrese di origine e romano d’adozione) ha preso il cellulare e dal suo appartamento in via Licinio Stolone – tra Cinecittà e Don Bosco – ha aperto la finestra e filmato cosa stava accadendo in strada: un gruppo di ragazzi che aveva inscenato una “guerriglia” lanciandosi addosso i rifiuti raccolti dai cassonetti. Il video è stato poi trasmesso alla presidente del VII Municipio Monica Lozzi che non ha esitato un secondo «allertando tutte le forze dell’ordine per chiedere un maggior controllo della zona», spiega. Perché in via Stolone l’episodio non è unico e isolato a una “banda” di ragazzi – tra i 15 e i 25 anni – che, uscendo da uno dei locali di zona, ha pensato barbaramente di divertirsi lanciandosi addosso l’immondizia.

Rifiuti, battaglia in strada al Tuscolano tra ragazzi: colpite anche alcune auto

«Tutte le sere e non solo durante i weekend – spiega Armando – la situazione è sempre la stessa: c’è questo gruppo, sempre gli stessi, tra cui anche delle donne che intorno all’una o alle due del mattino inizia a dare di matto in strada». Urla, imprecazioni con lancio di rifiuti. «Nonostante la raccolta trovano sempre qualcosa da lanciarsi – racconta ancora l’uomo, titolare di una piccola impresa – qualche sera fa hanno anche incendiato un cassonetto, un po’ di tempo addietro hanno divelto i parapedoni dal marciapiede e se li sono tirati addosso e ancora: hanno dato fuoco anche a una moto la cui carcassa è ancora in strada».

Chi sono? Da dove vengono? E perché nessuno li ferma giacché Armando ne avrebbe potuti fare «una ventina di video analoghi»?. L’ipotesi dei residenti, che sono costretti a sopportare non solo gli schiamazzi, è che il gruppo entri in azione quasi tutte le sere uscendo da una sala biliardo non distante. Un locale controllato anche dai carabinieri della stazione Cinecittà non più tardi dello scorso novembre.

«L’assurdo – commenta ancora Armando – è che questo gruppo si tira addosso i rifiuti quasi tutte le sere; a volte abbiamo anche paura, per dire, a rincasare perché sono esagitati e non sai cosa può succedere se qualcuno di noi decidesse di fermarsi e rimproverarli». A quell’ora di notte quando il gruppo trova la strada libera dal via-vai delle auto «i controlli da parte delle forze dell’ordine sono pochi», prosegue l’uomo. «Durante il giorno il controllo non manca ma è assurdo assistere a scene del genere che si ripetono con una puntualità disarmante».

La presidente Lozzi del VII Municipio ieri ha postato sulla sua pagina Facebook il video che Armando le ha mandato. «Ho raccolto innumerevoli segnalazioni – spiega – già dalla scorsa estate e stavolta il video l’ho mandato alle autorità perché se non bastano le parole, adesso ci sono anche le immagini a raccontare cosa accade. Noi via Licinio Stolone l’abbiamo rifatta, ma in questo caso non avendo competenza sui cretini e sui vandali, abbiamo dovuto chiedere aiuto. Spero che ora questa piccola zona del Tuscolano possa contare su un aumento dei controlli al fine di bloccare questo gruppo». Ragazzi e ragazze che fanno scempio del decoro urbano e «mettono paura – conclude Armando – ai residenti costretti a sopportarle le urla e le botte che ogni tanto si danno tra di loro».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma