Roma Tre, Massimiliano Fiorucci nuovo rettore: in carica fino al 2027, ecco chi è

Roma Tre, Massimiliano Fiorucci nuovo rettore: in carica fino al 2027, ecco chi è
3 Minuti di Lettura
Martedì 24 Maggio 2022, 19:23 - Ultimo aggiornamento: 19:42

Roma Tre, cambio al vertice. «Si sono completate le operazioni di scrutinio, il collega Massimiliano Fiorucci ha superato il quorum fissato in 521 avendo ricevuto 531 voti, l'ho già cercato per complimentarmi con lui e per augurargli buon lavoro». Così Giovanni Caudo, ha commentato l'elezione di Fiorucci a rettore di Roma Tre.

Bruce Springsteen torna in Italia nel 2023: tre concerti a Roma, Monza e Ferrara

Roma Tre, Massimiliano Fiorucci è il nuovo rettore

«Sono convinto che questa campagna elettorale servirà comunque a indirizzare il suo lavoro verso una ricerca di coesione e di inclusione delle tante realtà che animano il nostro ateneo - ha aggiunto Caudo - Ringrazio tutti i docenti, studenti e personale Tab che hanno votato per me, sono poco meno di 500. È stata una campagna elettorale breve ma intensa, ho potuto conoscere e incontrare molti colleghi che lavorano con entusiasmo e sono convinto che il clima che abbiamo costruito nella campagna elettorale possa essere di aiuto a determinare una nuova stagione nei rapporti interni al nostro Ateneo. Faccio i miei migliori auguri di Buon lavoro al nuovo Rettore». 

Le elezioni e chi è Fiorucci

Le elezioni si sono svolte dalle 9 alle 17 in modalità elettronica presso le sedi dell'Ateneo e con la possibilità di esprimere il voto anche a distanza, mediante l'utilizzo della piattaforma adottata dall'università. I candidati erano due: Giovanni Caudo, 58 anni, docente di Urbanistica, consigliere comunale di Roma, e Massimiliano Fiorucci, 54 anni, presidente dei pedagogisti italiani e direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione. Il nuovo rettore ricoprirà il ruolo fino al 2027. Le elezioni sono state indette dopo le dimissioni anticipate di Luca Pietromarchi, comunicate al ministro dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa in data 24 marzo, per motivi di salute. Chiamati alle urne i 760 docenti di ruolo, i 172 ricercatori, i 695 dipendenti del personale tecnico, amministrativo e bibliotecario, e 108 studenti in rappresentanza dei circa 35mila studenti dell'Ateneo.

Nel dettaglio, fa sapere l'ufficio stampa dell'Ateneo, sui 760 docenti aventi diritto di voto 381 hanno votato Fiorucci, 324 hanno votato Giovanni Caudo. Sui 172 ricercatori 86 hanno votato Fiorucci, 69 Caudo. Sui 695 dipendenti del personale tecnico amministrativo e bibliotecario aventi diritto di voto 370 hanno espresso la preferenza per Fiorucci contro i 253 per Caudo. Dei 108 studenti aventi diritto di voto 62 hanno votato Fiorucci, 46 hanno votato Caudo. Domani la commissione elettorale dell’Ateneo proclamerà l’esito ufficiale della votazione: i quattro bacini elettorali esprimono in maniera diversa i voti elettorali validi, cioè “pesati” dall’algoritmo di votazione. Ma di fatto la maggioranza degli aventi diritto di voto ha espresso la propria preferenza per Fiorucci: non sarà quindi necessario il secondo turno di ballottaggio. I voti “pesati” sono 533 per Fiorucci e 435 per Caudo. Il quorum per l’elezione era 521.

© RIPRODUZIONE RISERVATA