ROMA

Roma, ultrà romanista trovato con droga, armi e testi inneggianti al nazismo: arrestato

Sabato 23 Maggio 2020

Da giorni tenevano sotto controllo il giro di spaccio. Alla fine gli agenti del commissariato Prati, diretto da Filiberto Mastrapasqua, in collaborazione con gli uomini della Sezione Volanti, hanno arrestato l'ultrà giallorosso Alessandro Di Martino, per possesso di droga, armi bianche, 2 mazze da baseball, 2 repliche di pistole senza il tappo rosso e testi inneggianti al nazismo.

Droga e armi, due arrestati dalla polizia a San Basilio e al Quarticciolo

Quando gli investigatori sono risaliti a Di Martino, 24enne romano, quale probabile fornitore di stupefacente, individuata la sua casa, hanno deciso di fargli “visita”. Una volta all’interno, i poliziotti hanno sentito l’inconfondibile odore di marijuana provenire da una camera da letto, motivo per il quale hanno proceduto ad una tempestiva perquisizione. Trovati 250 grammi di hashish e circa 2.500 euro in contanti oltre alle armi e ai testi menzionati. Ultimati gli atti  di rito e comunicato l’arresto all’Autorità Giudiziaria, è stato accompagnato presso le camere di sicurezza della Questura in attesa del  direttissimo. Misura poi convalidata, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Ultimo aggiornamento: 13:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani