ROMA

Roma, lite e sangue alla stazione Termini: accoltellato un marocchino. Arrestato l'aggressore

Lunedì 12 Ottobre 2020
1
Roma, lite alla stazione Termini: accoltellato un marocchino. Arrestato l'aggressore

Dietro l'accoltellamento ci sarebbe una lite, poi degenerata. L'episodio, che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori, si è verificato ieri sera intorno alle 21 in via Giolitti, nei pressi della stazione Termini di Roma. A farne le spese un marocchino di 50 anni, trasportato in codice rosso all'ospedale per ferite al volto, all'addome, alla schiena e al torace.

Roma, Termini, ancora paura: rissa e tentato omicidio in mezzo ai passeggeri

L'uomo, dopo le cure dei sanitari, tuttavia, ha rifiutato il ricovero, abbandonando il presidio sanitario. Il responsabile, un algerino 36 enne, invece, è stato arrestato e dovrà rispondere di lesioni gravi. La situazione sarebbe esplosa intorno alle 21, quando i carabinieri in servizio nella zona hanno notato i due uomini rincorrersi. 

Accoltellato all'occhio durante la rapina, il barista Francesco muore dopo 23 giorni di agonia

Poco prima l'algerino aveva accoltellato con un serramanico dalla lama di otto centimetri il 50enne che, a sua volta, aveva provato a scappare verso via Cattaneo. L'aggressore, evidentemente non soddisfatto, ha iniziato, a inseguirlo e, dopo averlo raggiunto, lo ha colpito in altre parti del corpo. A fermarlo, l'intervento dei carabinieri, con l'ausilio di diverse pattuglie. Questi ultimi hanno avvisato il 118 che ha trasportato d'urgenza il 50enne al pronto soccorso del Policlinico Umberto I. 

L'arma è stata sequestrata dai militari, stessa sorte per un ulteriore coltellino svizzero in possesso dell'algerino. Il 36enne autore dell'aggressione era già noto alle forze dell'ordine, arrestato, oggi verrà processato con rito direttissimo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA