Roma, stanco di litigare con la compagna perché fuma tenta il suicidio

Sabato 2 Maggio 2020

Era stanco di discutere, litigare, anche lui in questi giorni di isolamento e restrizioni, ha avuto un cedimento. Sgridato dalla compagna perché fumava, un uomo di 54 anni ha tentato il suicidio con il gas di scarico della propria auto a Roma, in via Carlo Sigonio, quartiere San Giovanni. Decisivo l'intervento degli agenti della Polizia di Stato che gli hanno salvato la vita.
Arrivati tempestivamente, i poliziotti hanno trovato l'uomo sdraiato e privo di coscienza sul sedile della autovettura accesa, con i gas di scarico fatti confluire all'interno dell'abitacolo attraverso il tubo di una aspirapolvere ingegnosamente collegato. Subito lo hanno portato fuori dall'auto evitando il peggio: la possibile esplosione dell'auto. L'uomo aveva deciso di farla finita, dopouna lite con la compagna che lo aveva ripreso mentre stava fumando una sigaretta. Il 54enne, stanco delle frequenti discussioni familiari, si era allontanato da casa annunciando l'intento suicida, volontà più volte annunciata anche in precedenti discussioni familiari. L'uomo in stato di choc, ma non in pericolo di vita, è stato accompagnato in autoambulanza presso l'Ospedale di zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA