Spaccio nel mini market etnico, arrestati due nigeriani a Rocca Cencia

Spaccio nel mini market etnico, arrestati due nigeriani a Rocca Cencia
3 Minuti di Lettura
Domenica 6 Giugno 2021, 11:39

Dal mini market etnico a Rocca Cencia, al parcheggio di Tor Tre Teste fino al muretto del Quarticciolo. Eroina, hashish e cocaina venivano spacciate in diversi quartieri della Capitale: nell'ultima settimana dopo le indagini della polizia sono state 13 le persone arrestate.

Gli investigatori del commissariato Porta Maggiore, già da qualche tempo, sospettavano di un possibile  traffico di droga nei pressi di un minimarket «etnico» posto nella zona di Rocca Cencia: i poliziotti sono ricorsi ad un sofisticato sistema di riconoscimento a distanza che ha permesso di individuare due nigeriani come spacciatori, successivamente identificati ed arrestati. Grazie ad un servizio di pedinamento, gli agenti sono arrivati ad individuare la base di spaccio in un appartamento, all'interno del quale, durante il blitz, sono stati sequestrati poco meno di 6 etti di eroina ancora custodita all'interno di ovuli. Gli stessi investigatori, con modalità operative simili, hanno anche arrestato 2 romani trovati in possesso hashish e cocaina.

Roma, arrestati 6 spacciatori: operazione dei carabinieri contro la droga da Tor Bella Monaca a San Basilio

I quartieri

Nel quartiere Ardeatino nell'auto di un 39enne romeno, in un vano nascosto vicino alla batteria, sono stati rinvenuti 5 grammi di cocaina. In casa sono stati invece trovati poco meno di 2 mila euro ed il materiale per il confezionamento dello stupefacente. L'uomo è stato anche indagato per guida senza patente.

A Tor Bella Monaca per spaccio di hashish e cocaina sono finiti in manette 3 minorenni di età compresa fra i 15 ed i 17 anni ed un 50enne che è stato fermato dopo una breve fuga dagli agenti della Sezione Volanti, sulla via Casilina, con addosso dell'hashish. 

Al Quarticcciolo gli agenti avevano tenuto sotto controllo una donna seduta su un muretto di via Manfredonia. Gli agenti, intuendo che la stessa potesse vendere droga i poliziotti si sono appostati, documentando così, lo spaccio di cocaina. Sostanza che la stessa nascondeva in un contatore dell'acqua e «trasportava» verso il cliente, nascosta nella mascherina. Infine, 350 grammi di marijuana e 1200 euro sono stati sequestrati dagli investigatori del commissariato Romanina ad un 32enne fermato nei pressi del parcheggio di un supermercato di Tor Tre Teste. Il pusher era in attesa dei clienti e credeva di poter eludere il controllo dei poliziotti solo spostandosi di qualche centinaio di metri. 

Roma, si ferisce e chiede aiuto ai carabinieri: ma in casa gli trovano la droga. Arrestato per spaccio

© RIPRODUZIONE RISERVATA