Roma, rapine lampo a Casal Bruciato: ladro incastrato dal pantalone strappato

Roma, rapine lampo a Casal Bruciato: ladro incastrato dal pantalone strappato
2 Minuti di Lettura
Martedì 30 Novembre 2021, 12:27 - Ultimo aggiornamento: 12:45

Incastrato dagli abiti (sempre gli stessi) che indossava durante i colpi: un jeans strappato con un buco al ginocchio. Il rapinatore agiva armato con coltello o con pistola. In meno di 48 ore ha assaltato due negozi in zona Casal Bruciato. Per lui però la corsa è finita. A seguito di indagini coordinate dalla procura di Roma, i Carabinieri della stazione Prenestina lo hanno rintracciato e arrestato. Si tratta di un 36enne romano, già noto alle forze dell’ordine, fermato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Roma, perché gravemente indiziato di aver rapinato due esercizi commerciali nei giorni 5 e 6 ottobre scorso, un’attività di ristorazione e un supermercato, ubicati nel quartiere Prenestino.

Roma, preso il rapinatore seriale: chiedeva l'orario ai passanti e li minacciava con un coltello

In particolare, la sera del 5 ottobre, l’uomo, sempre vestito con un jeans con un buco al ginocchio, è gravemente indiziato di essere entrato in un negozio di ristorazione in via Cipriano Facchinetti dove, con volto travisato da mascherine chirurgica e armato di coltello, dopo aver raggiunto il bancone ha minacciato una dipendente facendosi consegnare quanto contenuto nella cassa, per poi allontanarsi a piedi. Il giorno dopo, il pomeriggio del 6 ottobre, in via Diego Angeli in un supermercato con una pistola veniva minacciata una cassiera, che veniva costretta dall’indagato a consegnare l’incasso, per poi dileguarsi. L’attività d’indagine svolta dai Carabinieri, che hanno ascoltato le vittime e acquisito le immagini dei sistemi di videosorveglianza degli esercizi e della zona, hanno permesso di dare un volto al rapinatore. La perquisizione a casa del 36enne ha consentito, inoltre, ai Carabinieri di recuperare i capi di abbigliamento e la pistola utilizzati per i colpi. L’arrestato è stato trasferito in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA