Roma, tabaccaio picchiato da 4 rapinatori. Ma il furto non riesce

Roma, tabaccaio picchiato da 4 rapinatori. Ma il furto non riesce
di Marco De Risi
4 Minuti di Lettura
Venerdì 31 Dicembre 2021, 09:09 - Ultimo aggiornamento: 09:21

Un commando di quattro persone armate di pistola e bastoni ha assaltato, all'alba di giovedì, un bar tabacchi al Casilino. I banditi si sono mostrati molto violenti anche se non c'era un grande bottino da rapinare. Il colpo, che ha analogie con altri avvenuti nei giorni scorsi, c'è stato intorno alle 5.30, nel bar tabacchi di via Casilina 2123, a Borgata Finocchio. Il negozio aveva aperto da poco, quando vi hanno fatto irruzione le quattro persone armate. Una di loro, con una pistola, ha minacciato il titolare di morte tenendolo sotto tiro.

Roma, botte e rapine al Trionfale: sgominata la baby gang che rubava cellulari e capi firmati ai ragazzini

Roma, ragazza entra con un fucile in tabaccheria: «Fermi tutti questa è una rapina» (ma l'arma era finta)


Ma i banditi hanno fallito perché i soldi che c'erano nei video poker non è stato possibile estrarli. Anche se si tratta di una tentata rapina, le modalità del colpo sono impressionanti. I quattro hanno preso a bastonate il titolare e hanno spruzzato dello spray al peperoncino ai clienti del bar. La rapina è durata qualche minuto che però sono apparsi interminabili per gli ostaggi del commando. I quattro se ne sono andati a mani vuote lasciandosi dietro di sé il titolare a terra colpito a bastonate ed anche qualche cliente stordito dallo spray. La notizia del colpo ieri mattina si è subito sparsa fra i residenti e gli altri negozianti. In molti hanno visto le auto della polizia i cui agenti hanno fatto un lungo sopralluogo.


LA PAURA
I poliziotti hanno avviato subito le indagini per prendere la gang. Sono stati istituiti dei posti di blocco e gli investigatori hanno ascoltato i racconti delle persone prese in ostaggio per potere fare un identikit dei banditi. Non si sa se siano italiani o stranieri: hanno parlato pochissimo durante le fasi della rapina. Quello che preoccupa gli agenti è stata la sproporzione della violenza rispetto allo scarso bottino che c'era da racimolare che poi la banda non è riuscita a prendere. Si tratta, quindi, di persone pericolose disposte a tutto anche per pochi soldi.
Sul posto è arrivata anche un'ambulanza del 118 che ha medicato nel bar il titolare che aveva ricevuto una bastonata. Fortunatamente l'uomo sta bene ed è stato medicato sul posto.


LE ANALOGIE
Il colpo ha delle analogie, in particolare, con la rapina di qualche giorno fa in un bar di via Casal dei Pazzi. Anche in questo caso i banditi furono quattro armati di pistola e di bastone. La formazione dello stesso commando che ha agito a Borgata Finocchio. Anche a Casal dei Pazzi, i quattro agirono con estrema violenza accontentandosi di un magro bottino ed una macchinetta cambia soldi. In questo caso il titolare, 65 anni, fu ricoverato in ospedale dopo essere stato preso a bastonate dalla banda. Gli agenti della polizia stanno lavorando proprio sul doppio colpo. Proprio così, studiando le analogie, potrebbero essere evidenziate piste utili per le indagini. Intanto, la zona è stata sottoposta ad una maggior controllo delle forze dell'ordine, anche con l'uso di auto e moto civetta. Il commando ha dimostrato di muoversi in un modo molto violento ma anche scomposto e questo potrebbe essere utile per rintracciarlo ed arrestarlo.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA