Roma, arrestati padre e figlia che si fingevano turisti per rapinare: hanno investito e trascinato un'anziana

Roma, anziana trascinata in auto: arrestati padre e figlia rapinatori
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Ottobre 2021, 06:35 - Ultimo aggiornamento: 06:38

Si erano macchiati di un crimine orrendo. Per rapinarle l'orologio, dopo avere fatto finta di chiederle un'informazione, avevano investito un'anziana riducendola in gravi condizioni. Le avevano afferrato il braccio al punto di trascinarla sull'asfalto. Sono stati i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, durante una delle quotidiane attività di controllo del territorio, ad individuare i responsabili. I militari hanno bloccato due cittadini iraniani, padre e figlia, 49 e 23 anni, che sono ritenuti responsabili della violenta rapina. Nei loro confronti ci sono gravi elementi di responsabilità per il colpo commesso alla fine di agosto.

Clown rapinatore a Roma, aggrediva le donne a martellate di notte in casa

IL CONTROLLO
La coppia è stata fermata per un normale controllo ieri pomeriggio in un quartiere romano, da una pattuglia che li ha trovati a bordo di un'auto con targa francese. I due si sono comportati in modo cortese spacciandosi per turisti, proprio per allontanare qualunque sospetto, ma i militari ovviamente non si sono fatti influenzare ed hanno proceduto con le verifiche. È stata controllata la loro auto ed è risultato che la vettura era stata segnalata proprio per la rapina di fine agosto.

Gli investigatori hanno messo mano al fascicolo del colpo e insieme ai riscontri nella Banca Dati delle Forze di Polizia hanno rilevato che proprio quel mezzo con targa francese era quello con cui, alla Magliana, due persone (un uomo sulla mezza età e una giovane ragazza, appunto) avevano avvicinato un'anziana signora mentre rincasava.

IL COLPO
I due banditi si erano comportati in modo diabolico: fingendo di chiedere alcune informazioni dall'interno dell'abitacolo, erano riusciti a bloccarle il braccio della donna, a strapparle l'orologio di valore che indossava e ripartire a tutta velocità, noncuranti del fatto che l'anziana era rimasta agganciata all'auto e, quindi, trascinandola per quasi 100 metri.

Era intervenuta un'ambulanza ed aveva trasportato in gravi condizioni la vittima in ospedale. I medici le avevano riscontrato una serie fratture e lesioni guaribili in oltre 60 giorni di prognosi. L'anziana, nonostante ferita in modo grave, era rimasta lucida ed aveva collaborato alle indagini. Aveva riferito ai carabinieri il particolare della targa francese ed il modello dell'auto. Poi aveva saputo descrivere gli occupanti del mezzo: un uomo sulla cinquantina e una ragazza.

Roma, anziana derubata in casa mentre dorme: portati via 100mila euro in contanti

LE INDAGINI
Con tutta questa serie di elementi, i carabinieri dopo avere fermato la coppia hanno compiuto ulteriori approfondimenti per verificare che i due stranieri sottoposti a controllo corrispondessero alle descrizioni degli autori del delitto. Perquisita la loro abitazione sono state rinvenute parti di orologio da polso, di origine illecita, subito sequestrate. Con gli elementi acquisiti, quindi, è scattato il loro fermo e sono stati condotti in carcere dove ha avuto luogo la convalida delle misure pre-cautelari. Padre e figlia non hanno voluto dire nulla proprio per non aggravare la loro posizione. Devono rispondere di un reato pesantissimo: rapina con l'aggravante delle lesioni gravi. I carabinieri stanno indagando se la coppia arrestata possa avere commesso altri colpi dalle medesime modalità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA