Roma, 18enne accoltellato all'Olgiata: l'appuntamento-trappola dopo una lite per droga

Roma, 18enne accoltellato all'Olgiata: l'appuntamento-trappola dopo una lite per droga
di Marco De Risi e Flaminia Savelli
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Febbraio 2022, 07:34 - Ultimo aggiornamento: 07:45

Uno scambio di soldi e droga degenerato in rissa e poi l' appuntamento - trappola finito con una coltellata per salvare l'onore e regolare i conti. L'allarme a Roma nord è scattato lunedì pomeriggio intorno alle 18 nel parco di via Vincenzo Tieri che attraversa quartieri Olgiata, la Cerquetta e La Storta. A chiamare i soccorsi è stata la vittima, Tiziano S. 18 anni appena compiuti. Mentre il suo aggressore scappava via sperando così di far perdere le proprie tracce. Sul posto è intervenuta un'ambulanza del 118, i sanitari dopo aver soccorso sul posto il ferito, ne hanno predisposto il trasferimento in codice rosso all'ospedale San Filippo Neri. Sul caso stanno indagando gli agenti del distretto Flaminio che una manciata di ore dopo la violenta aggressione hanno rintracciato il fuggitivo: un giovane di 16 anni ora denunciato per lesioni e tentato omicidio.
Un lunedì di sangue e coltelli nella Capitale con un copione che si ripete tra i giovanissimi protagonisti.

Roma, 18enne accoltellato in un parco sulla Cassia: è il secondo caso in un giorno

Milano, accoltellamenti tra ragazzi nella notte: 4 feriti, grave un ventenne


LE INDAGINI
Mentre nell'oratorio della chiesa di Santa Maria Madre del Redentore a Tor Bella Monaca una 15enne accoltellava la rivale in amore, nel parco di via Tieri si consumava un'altra tragedia. Da quanto è stato ricostruito dai poliziotti, pochi giorni prima i due ragazzi avevano avuto un'accesa discussione in cui sarebbero coinvolti altri tre ragazzi, tutti minori di 14 anni e residenti in zona.
La miccia sarebbe stata innescata per la vendita di qualche grammo di erba. Proprio in quella occasione, il 16enne sarebbe stato insultato e malmenato. Ferito anche nell'orgoglio, avrebbe premeditato e organizzato la vendetta dando appuntamento a uno dei suoi aggressori al parco. Avrebbe dunque finto di voler appianare la situazione e presentandosi invece armato di coltello. La vittima non ha avuto scampo: una coltellata secca alla clavicola ha steso a terra il 18enne in una pozza di sangue. Una ferita profonda che non ha raggiunto gli organi vitali. Gli agenti, poco distante dal luogo dell'aggressione, hanno trovato l'arma utilizzata nell'aggressione. Mentre nella notte tra lunedì e martedì, il 16enne è stato rintracciato e denunciato. Il ragazzo, impegnato in attività sportive a livello agonistico, è incensurato. Le indagini sono tutt'ora in corso: resta infatti da chiarire se al momento dell'aggressione erano presenti anche gli altri ragazzi della compagnia.


LO CHOC
Intanto nel quartiere scatta un nuovo allarme. I comitati di quartiere - Via Vincenzo Tieri e Viviamo la Cerquetta - a gennaio avevano segnalato e chiamato a più riprese le forze dell'ordine. Perché una baby gang dopo aver danneggiato gli arredi del parco, aveva preso di mira un ragazzo disabile del quartiere. Ancora, secondo i racconti, quella stessa compagnia di ragazzi era stata sorpresa mentre tirava sassi contro le macchine di passaggio in via Tieri.
Episodi sui cui erano già in corso accertamenti. Il sospetto è che dietro gli atti vandalici, ci sia la stessa compagnia di ragazzi in cui si è consumata la feroce lite finita nel sangue.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA