Roma, i portici di piazza Vittorio “liberati” dalle bancarelle, ma è corsa al merito per lo spostamento

Roma, i portici di piazza Vittorio “liberati” dalle bancarelle, ma è corsa al merito per lo spostamento
2 Minuti di Lettura
Martedì 3 Marzo 2020, 09:29

La settimana scorsa era toccato a Prati. Ieri a piazza Vittorio. Nel giro di una settimana l’amministrazione capitolina ha fatto fuori dalle strade della città undici bancarelle. Undici postazioni spostate dalle zone di passaggio, e dunque non idonee per il commercio pubblico, in due operazioni decoro di cui la sindaca Virginia Raggi ha dato conto sui social. «Poche settimane fa avevo annunciato che oggi - ha postato ieri sul suo account Facebook la prima cittadina - avremmo spostato le bancarelle posizionate sotto i portici di piazza Vittorio, nel quartiere Esquilino. Così è stato». Le bancarelle, ha spiegato la sindaca, sono state trasferite in via Napoli, «nei pressi del Mercato Viminale, in una zona più idonea alla vendita su suolo pubblico».



«Oggi sono stata lì per vedere personalmente la situazione - racconta Raggi - I portici sono stati liberati, e sono decisamente più decorosi e vivibili. Un intervento che i cittadini e le associazioni di quartiere richiedevano da tempo a cui abbiamo dato una risposta concreta. Continuiamo a lavorare per assicurare maggiore decoro alla nostra città». L’intervento, manco a dirlo, è stato occasione per una lite tra l’amministrazione centrale (a trazione M5S) e quella municipale (con presidenza dem). Il motivo del contendere, la paternità dello “sgombero”. «Oggi è una grande giornata - ha commentato Alfonsi- questo era un obiettivo difficile ma ci siamo riusciti ed abbiamo davvero restituito decoro e bellezza alla città», ha rivendicato la presidente Sabrina Alfonsi.



Roma, a Piazza Vittorio bancarelle via dai portici. «Rilanciamo l’Esquilino»
Roma, bancarelle in sosta vietata ma le multe non arrivano
La vittoria di Alfonsi e Campioni: via le bancarelle da viale Trastevere


Apriti cielo. I cinquestelle romani giù all’attacco: «Dopo decenni la sindaca libera dalle bancarelle i portici di piazza Vittorio e il Pd cosa fa? Tenta di rubarsi il merito. Con un post la presidente del Municipio I prova a prendersi i meriti dell’iniziativa». Con chiosa: «Al Pd consigliamo di evitare questi maldestri tentativi per appropriarsi di risultati altrui: fosse stato per loro le bancarelle sarebbero ancora lì». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA