CORONAVIRUS

Fase 2, a Roma file nella metro: troppi sui bus senza mascherine

Lunedì 4 Maggio 2020 di Lorenzo De Cicco
7
Coronavirus Fase 2 diretta, a Roma file in metro, più traffico e passeggeri a Termini

Qualche sprazzo di traffico sulle consolari, ma niente a che vedere con gli imbottigliamenti pre-Covid. A Roma e nel resto d’Italia comincia la fase 2 ed è un avvio senza ressa, per il momento. Si temevano pericolosi affollamenti soprattutto sui mezzi pubblici, che viaggiano a capienza dimezzata per far rispettare le distanze di sicurezza, invece niente calca nella Capitale, per ora. Sia alle fermate solitamente più trafficate che nelle grandi stazioni di metro e ferrovie urbane, salgono e scendono da navette e treni pochi passeggeri, generalmente in buon ordine. In alcune stazioni, come alla metro A di San Giovanni, si forma una fila per accedere alle banchine, dato che l’ingresso è contingentato. Ma la coda procede senza tensioni. A bordo, dato l’afflusso bassissimo di utenti, c’è quasi sempre posto.

Non tutti però indossano le mascherine, sia in metro che nei bus. Perfino qualche autista ne è sprovvisto. Per quanto riguarda la flotta, alle 8,50 di stamattina risultavano in circolazione circa mille bus di Atac, anziché 1.300. Ma il numero molto basso di passeggeri ha evitato ripercussioni. Alla stazione Termini rispetto alle scorse settimane il flusso di utenti è aumentato, ma pare scorrevole. Il traffico, si diceva, è aumentato su alcune grandi arterie: Salaria, Prenestina, la Colombo in direzione Roma, la Tangenziale est dove in zona Corso Francia, come riportano le note della mobilità, “c'è una chiusura per lavori con un doppio senso di marcia nella carreggiata in direzione dello stadio Olimpico”. 

 

BUS E METRO Dalle 5.30 di stamattina e fino alle 23.30, quando è in programma l’ultima corsa, i mezzi pubblici viaggiano al 50% della capienza. Un’ordinanza della Regione Lazio ha istituito sempre da oggi l’obbligo di mascherina e la distanza di sicurezza. Ci si può sedere solo sui sedili non contrassegnati dalla X (Atac ha stampato dei fogli A4 incollati col nastro adesivo, in altri casi ci sono dei marker). Resta sospeso il servizio notturno. Le Ztl (centro, Tridente e Trastevere) sono aperte ma tornano le strisce blu a pagamento. Le forze dell’ordine, la Municipale, vigilanti e controllori Atac sorvegliano i principali snodi ferroviari, i capolinea di bus e le fermate metro, ma non tutte. Il personale della municipalizzata basta per 60 stazioni su 125.
 

 

 I PARCHI Da oggi riaprono anche i parchi di Roma per passeggiate e corse solitarie, sempre a distanza. Alcune ville restano chiuse perché il Campidoglio deve capire come regolare gli accessi. Villa Pamphili è regolarmente aperta, più d’uno corre o cammina, alcuni indossando la mascherina. Le aree gioco per i bimbi sono recintate e i vigili verificano che tutti rispettino le regole della fase 2. Qualche appassionato di fitness ha aspettato l'alba per poter indossare nuovamente scarpe da ginnastica e tuta e mettere quindi alla prova la propria resistenza dopo quasi due mesi di fermo. Anche nella centralissima in via del Corso diversi runner sfrecciano sui marciapiedi.​


 

Ultimo aggiornamento: 5 Maggio, 08:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani