Roma, Ncc carica la turista Usa e le ruba tutti i gioielli: furto da 35mila euro

All'Excelsior il ladro ha lasciato i bagagli ma non il portagioie

Roma, Ncc carica la turista Usa e le ruba tutti i gioielli: furto da 35mila euro
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Maggio 2022, 08:08

Ha raggirato la cliente, una turista americana di 75 anni, sottraendole il portagioielli dentro cui erano custoditi ben 35.000 euro in preziosi. La storia è cominciata pochi giorni fa a Fiumicino e si è conclusa con l'uomo indagato per furto e costretto a fare i conti con una multa.
Nell'area degli arrivi Internazionali dell'aeroporto, un autista Ncc, si era offerto di portare la donna a Roma senza preventivamente concordare i dettagli della corsa, comportandosi alla stregua di un tassista. Una volta accettata la proposta, quindi, il 30enne ha caricato nel portabagagli le valigie e l'ha accompagnata a destinazione.
Nel sistemare i bagagli, tuttavia, era stato ben attento a riporre il portagioie nello spazio tra il sedile davanti e quello posteriore.
La corsa si è successivamente conclusa all'Hotel Excelsior di via Veneto, dove le valigie sono state scaricate dal bagagliaio. Riscosso il pagamento della corsa l'uomo è quindi andato via.

Parigi, rapina da film da Chanel: in quattro entrano armati e scappano in moto. Bottino da tre milioni Video


LA SCOPERTA
Solo una volta arrivata in camera la donna si è resa conto di avere preso il portagioie. Disperata, ha quindi provato a contattare qualcuno, purtroppo senza esito. La turista, allora, si è rivolta alla polizia di frontiera aerea di Fiumicino, dove la corsa era cominciata. Agli agenti la cittadina americana, che non parla italiano, ha comunque cercato di spiegare tutta la sua disavventura. Ha raccontato di essere scesa dall'aereo, di essere uscita fuori dalla struttura e di avere trovato l'uomo che si era proposto per un passaggio. Gli investigatori hanno immediatamente capito che non si trattava di un tassista, ma di un autista Ncc e che l'uomo si era comportato in modo irregolare.


LE INDAGINI
Gli agenti hanno chiesto alla vittima di fare mente locale, di comunicare l'orario in cui i due si erano incontrati. È cominciata così la ricerca e l'analisi dei filmati delle telecamere poste agli arrivi internazionali. Una, nello specifico, inquadra per pochi secondi la turista americana e l'autista. Dal filmato emergono chiaramente il modello dell'auto e qualche numero della targa. È bastato per risalire alla presunta identità del truffatore. Per trovarlo, altra operazione non semplice, sono stati allertati tutti gli agenti dell'aeroporto, finché l'altra notte, l'autista è stato individuato da una pattuglia della polizia.
L'uomo è stato fermato e ascoltato. «Cosa volete da me?», ha detto agli agenti. «Io sono tranquillo, non ho rubato proprio nulla alla turista», ha chiosato. Spiegazioni insufficienti a persuadere gli investigatori. Che hanno effettuato una perquisizione nella casa dell'autista, situata alla periferia della Capitale.


LA MULTA
Il portagioie della turista americana era stato nascosto sotto un letto in soffitta. Dentro c'erano ancora tutti i gioielli. Messo davanti a una prova inconfutabile, l'autista si è chiuso in un totale mutismo. Gli agenti l'hanno indagato per furto. Non è tutto, però, perché il 30enne è stato multato anche per non aver precedentemente pattuito i dettagli della corsa con la turista americana.
A quest'ultima è stato poi fatto vedere il portagioielli, di cui ha confermato di essere la proprietaria. La turista ha dunque ringraziato i poliziotti di Fiumicino, ben consapevole che gli albori della vacanza romana si fossero messo male.
Dall'inizio dell'anno la polizia di frontiera aerea di Fiumicino ha fatto più di 280 multe ad autisti con Ncc per varie irregolarità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA