Rissa sulla Roma-Lido, passeggero tira fuori spray al peperoncino: scoppia il panico

Rissa sulla Roma-Lido, passeggero tira fuori spray al peperoncino: scoppia il panico
di Mirko Polisano
3 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Dicembre 2018, 09:53

Insulti, spintoni e psicosi da spray al peperoncino. Viaggio movimentato, la sera di Natale, sulla Roma-Lido, il trenino che collega Ostia con la Capitale. Sul convoglio partito alle 20.30 da Porta San Paolo, è scoppiata una lite tra due uomini, mentre sugli altri vagoni comunicanti dilagava il panico. Per motivi ancora da accertare, i due uomini, entrambi romani, uno dei quali armato di spray, hanno iniziato a discutere sotto gli occhi impietriti dei viaggiatori. I toni accesi hanno spinto i passeggeri a tirare il freno d'emergenza.

Spray al peperoncino, a Roma nessun divieto. Raggi: «Salva le donne»

LA DINAMICA
Il convoglio si è fermato in aperta campagna, tra le fermate di Vitinia e Casal Bernocchi. Uno dei due, in evidente stato d'alterazione, ha tirato fuori la bomboletta spray e l'ha puntata contro quello con cui stava discutendo. Il terrore che potesse trattarsi di spray al peperoncino ha spinto tutti i presenti a scappare verso il primo vagone inseguiti dall'esagitato che continuava a spruzzare quella che forse era invece lacca o deodorante. Una donna, presa dal panico, ha tirato la leva del freno d'emergenza e il treno si è fermato in aperta campagna. Sembrerebbe che ci fosse un solo dipendente Atac su quel convoglio, il macchinista, che ha raggiunto la coppia di litiganti, tentando di placare gli animi e portando la situazione alla calma. Nel frattempo qualcuno aveva avvertito il 112, il numero unico delle emergenze, e le forze dell'ordine hanno raggiunto la stazione più vicina, quella di Casal Bernocchi. Il conducente ha rimesso in moto il treno portandolo fino alla stazione di Centro Giano dove c'erano alcuni uomini della polizia in banchina. Gli agenti hanno preso in consegna i due litiganti e li hanno accompagnati in commissariato.

LE TESTIMONIANZE
Sulle carrozze, però, è dilagato il panico dovuto alla paura per gli effetti dello spray urticante, anche alla luce di quanto accaduto a Corinaldo al concerto del rapper Sfera e Ebbasta. «Per qualche minuto abbiamo temuto che la situazione potesse sfuggire di mano - ha dichiarato una delle passeggere a bordo - ho visto gli altri viaggiatori correre lungo i convogli e ho rischiato di essere travolta dalla calca». «Quell'uomo aveva in mano una bomboletta spray che voleva spruzzare contro di noi - ha detto un'altra viaggiatrice - c'era chi si copriva il volto e chi invece ha provato a scappare. Un vero caos».

LA SICUREZZA
«Ormai ogni viaggio sulla Roma-Lido - fa sapere il comitato pendolari - è un terno al lotto. Il trenino, soprattutto la sera, diventa un problema sotto il profilo della sicurezza. È frequentato da vere bande e gente poco raccomandabile che mette a repentaglio la sicurezza di chi torna da una giornata di lavoro». Nel mese di novembre, l'ultima grave aggressione sulla Roma-Lido: due ucraini, in visibile stato di alterazione, si scagliarono contro un cittadino indiano. Una lite a sfondo razzista dove rimase ferita anche una donna.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA