Roma, galleria Alberto Sordi: ecco come cambia, via porte e arrivano nuovi marchi

Sono previsti 15 nuovi negozi

Roma, galleria Alberto Sordi: ecco come cambia, via porte e arrivano nuovi marchi
4 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Settembre 2022, 15:01 - Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 08:55

La galleria Alberto Sordi cambia: via le porte e i vetri attuali, ripulitura dei marmi e del lucernaio, nuova illuminazione e nuovi marchi commerciali. Al via il restyling della galleria Sordi, davanti palazzo Chigi, nel centro di Roma, che dovrebbe concludersi nel secondo semestre 2023. Sono previsti 15 nuovi negozi

A finanziare il tutto il fondo Prelios Sgr. «Arriveranno grandi marchi, riceviamo richieste ogni giorno per tutta Roma. La Galleria Alberto Sordi rappresenta un'attrazione naturale per il commercio» ha detto l'assessora alle Attività Produttive Monica Lucarelli. «Grazie alla sua architettura e al posizionamento strategico è una vetrina naturale. Sono eccellenze come questa che vanno valorizzate e fatte crescere. Il compito di un'Amministrazione che ha una visione di città è esattamente questo. Negli anni i diecimila metri quadri della Galleria sono stati strappati al degrado perché, ricordiamolo, fino a primi anni del 2000 l'ex galleria Colonna era abbandonata. Grazie ad un intervento importante è nata la Galleria Alberto Sordi e oggi siamo qui a presentare un progetto che porterà questo spazio commerciale a crescere ancora, incrementando la sua vocazione di salotto. Un'agorà moderna dove al commercio si unirà l'arte e lo spettacolo. Saremo in grado di modernizzare questo gioiello. E Roma potrà aggiungere un altro tassello verso l'eccellenza». Per l'assessore allo sport e grandi eventi Alessandro Onorato «forse se ne stanno accorgendo più all'estero che in città ma Roma sta rinascendo. Ricordo solo che Roma è tornata dopo 10 anni ad essere la città con più biglietti staccati per concerti, superando di 500mila ticket Milano. Da qui a 5 anni, poi, i posti letto a 5 stelle lusso saliranno di 6000 unità. Registriamo poi il 222% di turisti americani, che soppiantano bene i russi e i cinesi che in questa fase non viaggiano. Numeri importanti anche per chi ha deciso di investire qui. Il rilancio della galleria Sordi è un altro passo importante che va a riqualificare uno spazio che i romani amano e le nuove attività commerciali daranno una nuova attrattiva per i turisti in un momento in cui la città sta segnando dei record, seconda nel mondo solo a Parigi per flussi turistici». 

 

«Faremo di Galleria Alberto Sordi un salotto urbano aperto e fruibile, ripristinando le condizioni originarie dell'edificio, rendendolo più attraente per i cittadini e per i turisti e soddisfacendo le esigenze della clientela - ha sottolineato Patrick Del Bigio, Amministratore Delegato di Prelios Sgr. «Puntiamo, infatti, a ospitare storici negozi della Capitale e grandi marchi nazionali e internazionali di diverse categorie merceologiche, per dare vita al nuovo punto di riferimento dello shopping romano. Con l'evento di oggi il primo di una lunga serie, che accompagnerà il rinnovamento della Galleria, Prelios SGr sottolinea ancora una volta il suo focus strategico sulla città di Roma. Un mercato che riteniamo fondamentale con un ulteriore potenziale di consolidamento nel prossimo futuro». Saluta positivamente l'intervento la presidente del Municipio I Lorenza Bonaccorsi. «Siamo molto contenti che questo luogo avrà una nuova vita e noi vogliamo collaborare per dare una nuova sistemazione a tutta l'area che, come sappiamo tutti, è soffocata da auto e traffico significa che dobbiamo ripensare i carichi e scarichi delle merci, facendo rispettare orari ma dando anche la possibilità di aree di sosta, o provare a liberare gli ingressi da macchine e motorini che ormai fanno da barriera alla galleria«. Con l'occasione è stata inaugurata la mostra 'Roma Street Art', curata da David Vecchiato, in arte Diavù, con oltre 60 opere, realizzate da 22 artisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA