Roma, l'aggressione a Manuel, restano in carcere Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano:
il gip ha riconosciuto la premeditazione

Venerdì 8 Febbraio 2019
1
L'uscita dei due fermati dalla Questura di Roma
Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzanno avevano programmato un brutale omicidio. Lo scrive il gip Costantino De Robbia nell'ordinanza di custodia cautelare con cui ha disposto il carcere per Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzanno accusati del ferimento di Manuel Bortuzzo avvenuto a piazza Eschilo a Roma. Per il gip «è altamente probabile il rischio di reiterazione dei delitti della stessa specie di quello contestato» perché denota «la mancanza di controllo e l'estrema pericolosità degli indagati, che non hanno esitato a recuperare una pistola che evidentemente avevano in precedenza acquistato e tenevano pronta per usarla, e programmare un omicidio brutale senza apparente motivo per poi allontanarsi dal luogo, secondo le risultanze sopra descritte, ridendo».

Restano dunque in carcere Marinelli e Bazzano. Al termine dell'interrogatorio - avvenuto questa mattina dopo le 11 a Regina Coeli - il gip Costantino De Robbio ha convalidato il fermo disponendo il carcere e riconoscendo ai due il reato di tentato omicidio con premeditazione. Gli indagati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. 
«Oggi non hanno risposto alle domande del gip perché quello che avevano da dire lo hanno già detto mercoledì sera in Questura», ha affermato l'avvocato Giulia Cassaro, difensore di Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano. 
«Stanno male per quanto hanno fatto, come hanno già dichiarato l'altra sera», ha aggiunto l'avvocato. 


I due fermati, in base ai reati contestati dalla Procura, rischiano una condanna che varia dai 7 ai 20 anni di reclusione. I magistrati legano la premeditazione alla decisione dei due di tornare sul luogo della rissa - la notte del 2 febbraio - dopo essere andati a prendere la pistola che, in base a quanto riferito da Lorenzo Marinelli, aveva nascosto in un terreno dopo averla trovata, a suo dire, per caso circa due mesi fa. Manuel venne colpito da alcuni proiettili. I testimoni hanno raccontato alle foprze dell'ordine di aver sentito tre spari.  
Ultimo aggiornamento: 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma