Roma, torna la Formula E: si corre il 10 aprile, ecco i divieti e le chiusure

La partenza della Formula E all'Eur nel 2019
di Francesco Pacifico
3 Minuti di Lettura
Sabato 20 Marzo 2021, 10:05 - Ultimo aggiornamento: 10:08

Scatta il conto alla rovescia per la terza edizione del Gran premio di Roma del Campionato mondiale di Formula E, quello dove gareggiano soltanto i bolidi a trazione elettrica, in programma il 10 aprile. All’Eur, ormai casa dell’E-Prix, a causa del Covid il pubblico non ci sarà e di conseguenza si dovrà rinunciare alla “tribuna green” prevista nel Parco del Ninfeo. Il Comune e gli organizzatori promettono che lo spettacolo sarà intatto, grazie a un percorso ancora più competitivo. Gli appassionati, poi, possono stare tranquilli: ampia la copertura televisiva garantita da Sky, Mediaset e dai canali web ufficiali della stessa Formula E. Già questa mattina all’alba sono cominciate le grandi manovre per preparare il nuovo circuito. Tra operazioni di montaggio dei box, allestimento del circuito e smontaggio, i lavori e le chiusure stradali determineranno modifiche alla viabilità del quartiere. Tre le fasi previste: allestimento del circuito, evento e smontaggio delle strutture, da oggi e fino al 18 aprile. Per quanto riguarda la pista - il percorso è stato ideato con la collaborazione dei residenti e dell’ente Eur per ridurre i disagi - i piloti dovranno affrontare tre nuove curve veloci, con un’ulteriore sezione di varianti più tecniche e i classici sali e scendi già nel vecchio circuito. Si passerà davanti a Palazzo dei Congressi, a Piazzale Marconi e, a partire da quest’anno, anche di fronte al Palazzo della Civiltà Italiana, il Colosseo Quadrato. Incluso nel percorso anche il Parco del Ninfeo, mentre sarà “sfiorata” la Colombo. 

Zona rossa a Roma, Ztl aperta fino a Pasquetta e restano i bus notturni: i negozi chiusi

Strade chiuse


Già scattate le relative modifiche al traffico: tra le principali, dalla mezzanotte scorsa e fino alle 24 del 17 aprile, per le occupazioni di suolo pubblico relative alle aree storage, divieto di fermata e sosta 0-24 con zona rimozione in pezzi di viale della Musica, piazza Santo Domingo e piazzale Militari caduti nei lager. Idem in alcuni tratti di viale Asia dal 26 marzo al 17 aprile, piazza John Kennedy dal 28 marzo al 14 aprile, viale dell’Arte. Spostati anche capolinea dei mezzi e aree taxi. Da oggi e fino alle 5,30 del 18 aprile divieto transito, fermata e sosta 0-24 con rimozione dei mezzi a piazzale dell’Industria, viale della Pittura e viale della Letteratura e viale della Musica (qui solo divieto di fermata e sosta 0-24). Dalle 05.30 del 22 marzo alle 20.30 del 14 aprile previsto divieto di transito, di fermata e sosta anche su piazza Kennedy. Idem per piazzale dell’Agricoltura (lato via Ciro il Grande) dal 26 marzo al 17 aprile, a piazzale Sturzo sarà spostato il capolinea dei mezzi di piazza dell’Agricoltura (dal 2 al 14 aprile) a piazzale Asia (dal 5 al 12 aprile) i taxi di piazza Marconi. In tutte le strade interessate restringimenti di carreggiata, debitamente segnalati, in relazione all’avanzamento delle lavorazioni per l’installazione delle strutture e del circuito di gara secondo necessità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA