Roma, frattura una mano all'autista: «Vai troppo piano», donna aggredita al capolinea Cotral a Saxa Rubra

Roma, frattura una mano all'autista: «Vai troppo piano», donna aggredita al capolinea Cotral a Saxa Rubra
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Martedì 10 Agosto 2021, 08:01

Pretendeva che il bus Cotral, della linea 32, fosse un mezzo di sua proprietà, magari un taxi al costo di un biglietto da un euro e mezzo, ammesso che il 55enne violento l'avesse, quel biglietto. Da quando è salito, a Ottaviano, fino al capolinea a Saxa Rubra, ha insultato l’autista, una donna di 30 anni, spingendola ad andare più forte e a non rispettare le fermate. Ma poi, è andato oltre, ha avuto una colluttazione con lei e suo marito (che l’aspettava al capolinea) durante la quale ha spaccato un mano alla donna che è stata portata all’ospedale e medicata con una prognosi di 30 giorni.


E’ accaduto verso le 22 su un tratto di via Carlo Emery, a Saxa Rubra. Sono intervenute le volanti che, dopo un’ora, hanno trovato il picchiatore, un romano di 55 anni, con precedenti penali. Essendo trascorsa la flagranza il violento è stato denunciato a piede libero per interruzione di pubblico servizio e per lesioni gravi. L’uomo è risultato poco lucido, sono in corso gli accertamenti per stabilire se abbia agito sotto l’effetto di droghe o alcol. 


IL RACCONTO
«Quel tizio si è comportato in modo strano da subito - ha raccontato la vittima agli investigatori - Durante il viaggio si avvicinava e mi gridava che dovevo correre perché lui andava di fretta. Io ho provato a spiegargli che la guida dell’autobus era questa e che non potevo saltare le fermate ma lui non capiva e continuava a protestare. Sono stata ostaggio per tutto il tragitto delle sue angherie». 


L’AGGRESSIONE
L’uomo ha cercato pure di raggiungere l’autista passando per la cabina senza riuscirci ma mettendo a rischio l’incolumità della donna e dei passeggeri. Qualcuno gli ha anche gridato di smetterla ma lui ha continuato imperterrito a protestare perché a suo dire l’autobus andava troppo piano. L’autista è riuscita a fare tutto il tragitto ed è arrivata a Saxa Rubra. Sembrava tutto finito, invece no. Quell’uomo è stato molesto ancora di più. Ha aggredito la donna rimproverandola sempre sulla corsa troppo lenta. C’è stata una colluttazione. Al capolinea c’era il marito della donna, ad attenderla, che ovviamente è intervenuto. L’aggressore durante la rissa ha storto con forza il braccio dell’autista procurandole la frattura della mano. La donna è stata portata in ambulanza al Sant’Andrea dove è stata medicata con una prognosi di 30 giorni.


L’ARRESTO
Gli agenti delle volanti sono corsi al capolinea ma il violento era già fuggito. E’ stato rintracciato poco distante. L’uomo anche ai poliziotti ha raccontato la storiella dell’autobus troppo lento. E’ stato portato al commissariato di zona dove è stato denunciato. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA