Roma, controlli sul Green pass. I vigili: «Saremo severi»

Da lunedì via alle verifiche, il Viminale: sui mezzi pubblici decisivi i controllori. Ma la Municipale sbaglia la circolare: chiede il certificato rafforzato pure quando non serve

Roma, controlli sul Green pass. I vigili: «Saremo severi»
di Lorenzo De Cicco e Flaminia Savelli
4 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Dicembre 2021, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 4 Dicembre, 09:58

La stretta del Viminale c'è, è arrivata anche nei commissariati e nelle caserme di Roma. Ma i vigili hanno sbagliato la circolare, prevedendo di chiedere il Green pass «rafforzato» anche quando non serve. Ma partiamo dalle direttive appena sfornate dal Ministero dell'Interno: alla Municipale (insieme alla Finanza) sono affidate principalmente le verifiche nei ristoranti e nei bar, dove da lunedì varrà il Super pass, quello solo per vaccinati e guariti. I controlli sui passeggeri di autobus e metro (dove vale invece il pass base, anche per i semplici tamponati) toccheranno in via prioritaria a polizia e carabinieri, supportati però dai caschi bianchi. Nelle stazioni, a bordo delle navette e ai capolinea poi, per il Ministero, sarà decisivo il «contributo degli enti gestori», vale a dire Atac e Cotral, con le truppe dei verificatori. Anche se la partecipata del Campidoglio, sul tema, era scettica. Per i vigili si procederà così: squadre di due agenti e verifiche del passaporto vaccinale tramite app. I controlli saranno rigorosi, assicurano gli agenti.

Controlli sul Green pass: i controlli sui mezzi pubblici


L'ordine del Viminale è chiaro, ma c'è anche una forte raccomandazione: i controlli sui mezzi pubblici dovranno essere attuati in modo da garantire la fluidità del servizio e da «scongiurare» possibili «assembramenti ed eventuali ricadute di ordine pubblico», come scrive nel documento il capo di gabinetto della Lamorgese, Bruno Frattasi. Il quale ribadisce che i controlli del pass andranno potenziati anche nelle zone della movida. Per alleggerire il lavoro delle forze dell'ordine si pensa a biglietti virtuali per bus e metro, con il Qr Code incorporato. Se ne occuperà il ministero dei Trasporti. L'incognita sono i tempi. Per dire: a Roma la Prefettura aveva chiesto all'Atac di montare i lettori del codice a barre sui tornelli della metro, ma la partecipata ha risposto con un secco no. Impossibile riuscire a installarli in tempo viste le lungaggini della burocrazia. Tornando ai vigili, uno scivolone del Comando rischia di invalidare le multe per il Green pass a bordo di bus e metro. O quanto meno di spaesare i pizzardoni. Nella direttiva spedita a tutti i gruppi territoriali, firmata dal vice-comandante Stefano Napoli, c'è scritto infatti che gli utenti del trasporto pubblico, a partire dal 6 dicembre, dovranno essere in possesso del Super Green pass, cioè il certificato rafforzato, valido, come si diceva, solo per i vaccinati e i guariti. Peccato che il decreto appena sfornato dal governo Draghi dica l'opposto: vale il pass base, che comprende i tamponati. Al Comando dei caschi bianchi evidentemente hanno capito male.

 


LO SCIVOLONE

Nella circolare della Municipale si legge infatti che «con l'entrata in vigore del decreto» sono previste «nuove restrizioni per l'accesso ai servizi pubblici per quanti non in possesso del cosiddetto super green pass. Il Corpo dovrà occuparsi del controllo dell'autorizzazione verde rafforzata di quanti usufruiscono del trasporto pubblico locale (Atac e consociate)». Insomma, il messaggio recapitato agli agenti è chiaro: per salire a bordo o entrare in stazione serve il Super pass. Anche se non è così.
Un briciolo di confusione in più, mentre i vigili già rumoreggiano per la nuova mansione. «Lo Stato continua ad assegnarci nuovi compiti, ora oltre al Green pass dovremo verificare anche l'obbligo di mascherina disposto dal sindaco - attacca Giancarlo Cosentino della Cisl - Ma gli agenti sempre quelli sono. Il Comune assuma subito, superando i vincoli del turnover. Altrimenti, già oggi, per i nuovi compiti, dovremo sicuramente trascurarne altri».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA