Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, il Centro "brilla" per Natale: lo spettacolo delle fontane a piazza Navona

Roma, il Centro "brilla" per Natale: lo spettacolo delle fontane a piazza Navona
di Laura Larcan
5 Minuti di Lettura
Martedì 8 Dicembre 2020, 11:29 - Ultimo aggiornamento: 11:33

La ribalta (senza Netflix) di Spelacchio a piazza Venezia, i giochi di luce sincronizzati a musiche inedite per le fontane di piazza Navona e le luminarie che in sequenza coloreranno via del Corso e via Veneto. Il Centro storico, insomma, sembra “brillare” per il Natale. E a sorpresa, stamattina molto presto, sotto la pioggia battente, è arrivato a piazza di Spagna anche papa Francesco, rivoluzionando l'agenda di ieri che per motivi di sicurezza prevedeva di saltare la tradizionale visita alla colonna dell’Immacolata. L’accensione di oggi, al via dalle 18, sarà comunque una staffetta tra le piazze. Spelacchio, orfano del mega sponsor Netflix, fa oggi la sua rentrée a piazza Venezia dopo giornate di prove generali. Un’inaugurazione che almeno per ora, per evitare momenti critici di assembramento, sarà tenuta a battesimo da remoto, con la sindaca Virginia Raggi a guidare la cerimonia collegata dalla sala delle Protomoteca in Campidoglio dove ha convocato la conferenza stampa, insieme all’assessore allo Sviluppo economico e turismo Carlo Cafarotti.

Spelacchio 2020, Roma ci ripensa e l'albero di Natale torna in piazza Venezia, via ai lavori

Natale a Roma, orari no-stop per i negozi: «Ma non in caso di ressa»

Ma la vera novità, stavolta, la offrirà da oggi piazza Navona. Gioiello barocco che si prende la rivincita e gioca con la sua bellezza. Niente bancarelle, quest’anno, nè giostre o spettacoli viaggianti. Solo luci e suoni d’autore. E che luci, verrebbe da dire, visto che per la Fontana dei Fiumi del Bernini (e le altre due fontane pendant, del Moro e del Nettuno) è stato orchestrato un vero e proprio light show in cui le proiezioni di luci sono sincronizzate perfettamente con la musica composta per l’occasione. Un progetto ideato e promosso dal Comune di Roma in collaborazione strategica con ACEA.

In sequenza, con Spelacchio, prenderanno vita oggi le mille luci di via del Corso per collegarsi con le principali strade del Tridente, tra via Condotti e via del Babuino. Per la prima volta, quest’anno, le luminarie hanno avuto una regia unica, con un Campidoglio che ha provato a mettere in campo un piano di coordinamento estetico delle luminarie. E sul leitmotiv del bianco caldo giallo, si accenderà oggi pomeriggio anche via Veneto.

Ma certo, il clima natalizio non stempera la corsa a blindare il Centro. Tutta l’area del Tridente, ma anche le vie storiche dello shopping restano sorvegliate speciali, soprattutto nella giornata di oggi. All’indomani dei gravi fenomeni di assembramento che si sono verificati lo scorso fine settimana, e lo scandalo della mega-rissa sulla terrazza del Pincio con centinaia di ragazzi (molti minorenni), sono previsti controlli a tappeto e presidi diffusi da parte delle forze dell’ordine. La Prefettura ha convocato un nuovo comitato per l’ordine e la sicurezza per mettere a punto un piano-ordine. Ingressi contingentati per piazza del Popolo e piazza Navona, con chiusure “a soffietto” per le aree più vaste, come piazza Venezia. Strade a numero chiuso, con il contenimento dei flussi per alcune strade del Tridente. Presenza massiccia di agenti in giro per monitorare che i cittadini rispettino l’uso di mascherine e il distanziamento. Restano comunque aperti i varchi della Ztl in Centro.

Quanto alle luminarie per il Natale 2020 ai tempi del Covid il Campidoglio ha puntato tutto, in una corsa contro il tempo, su un restyling cromatico degli addobbi. La gara pubblica per individuare un nuovo main sponsor per l’albero di Natale, è andata deserta e Palazzo Senatorio ha studiato una soluzione alternativa ideale, con allestimenti che saranno in gran parte finanziati con fondi del bilancio capitolino, cui si stanno aggiungendo, però, anche contributi privati. Il nuovo Spelacchio è giunto a Roma dalle serre di Grandate a Como: si tratta di un “Abies nordmanniana”, un abete bianco di 22 metri. «Il colore unico delle luci sarà la cifra stilistica di questo Natale» fanno sapere dal Campidoglio.

Ma il vero e proprio “show” sarà offerto da piazza Navona. Luci, proiezioni e musiche suggestive andranno in scena in perfetta sincronizzazione, echeggiando l’idea originaria della piazza usata fin dal Barocco per feste fastose (ma anche estremamente popolari). L’occasione per rendere omaggio alle scenografie di Bernini o Rainaldi. La Fontana dei Quattro Fiumi diventa per l’occasione una «scenografia in movimento», con l’elemento acquatico protagonista, evocato dai giochi di blu e bianco che trovano corrispondenza anche nelle altre due fontane della piazza. Sarà un vero e proprio light show che animerà gli elementi simbolici della fontana monumentale, tra le sculture allegoriche dei fiumi e tutte le creature concepite dall’estro di Bernini (ogni sera, dalle 17 alle 21, per tre repliche ogni ora).

Non tutto si accenderà oggi per con la Festa dell’Immacolata. Per ragioni tecniche di allestimenti e anche per dare a ogni strada o settore la giusta importanza, le illuminazioni saranno scaglionate con un programma graduale. Da venerdì dovrebbero accendersi le luminarie su via Merulana che collegheranno idealmente Santa Maria Maggiore con San Giovanni in Laterano. Nel weekend che precede il Natale sarà la volta delle celebrazioni a piazza del Popolo, che accoglierà il suo nuovo albero sintetico ed ecologico (ancora allo studio se abbinarlo ad un esemplare gemello) in una mise en scène arricchita da proiezioni e giochi di luci. Uno spettacolo che troverà il suo collegamento ideale con l’allestimento di piazza Risorgimento che accoglierà eccezionalmente l’ultimo albero di Natale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA