Roma, stretta di Capodanno: duemila agenti sulle strade e alberghi nel mirino

Roma, stretta di Capodanno: duemila agenti sulle strade e alberghi nel mirino
di Alessia Marani e Flaminia Savelli
3 Minuti di Lettura
Giovedì 30 Dicembre 2021, 07:43

Ristoranti, locali, piazze e strade. E poi alberghi, casali e pensioni: oltre 2 mila agenti saranno impiegati per i controlli la notte di Capodanno. L'obiettivo è di evitare che si creino assembramenti e che vengano rispettate le regole anti Covid. Una su tutte: evitare che i ristoranti e i locali aperti per il cenone, si trasformino in sale da ballo. Compresi quelli delle strutture ricettive dove, di fatto, è permesso l'ingresso ai No Vax tramite il Green pass base. Il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica si è riunito ieri in Prefettura per stabilire e coordinare le forze dell'ordine che verranno schierate sulle strade della città: circa 1000 agenti della Municipale, 570 poliziotti e 500 carabinieri sorveglieranno la città fino all'alba. Perché, anche se il concertone con i festeggiamenti e gli eventi organizzati dal Campidoglio sono stati già annullati, il rischio è che le restrizioni imposte dal picco dei contagi vengano dribblate. Intanto ieri il sindaco Gualtieri ha firmato l'ordinanza che vieta i fuochi d'artificio per tutta la giornata del 31 dicembre. Un divieto esteso fino alla mezzanotte del sei gennaio.

Capodanno 2022, botti vietati a Roma: Gualtieri firma l'ordinanza valida fino al 6 gennaio

I CONTROLLI
«La priorità è assicurare che i ristoranti, le ville e i locali che serviranno il cenone, rispettino le regole del distanziamento tra tavoli e che non ci siano discoteche improvvisate» spiega il comando generale della polizia locale. Quindi dalla sera del 31 dicembre i mille agenti della Locale in servizio procederanno con controlli ad hoc per i titolari. Allo stesso tempo, verranno eseguiti accertamenti sui clienti: secondo le restrizioni (valide fino al 31 gennaio), infatti, per consumare all'interno dei locali è necessario il super Green pass, cioè se guariti dal Covid o aver completato il ciclo vaccinale con almeno due dosi. Attenzione anche alle piazze e alle strade dal centro storico ai luoghi della movida - San Lorenzo, Pigneto, Ponte Milvio - dove saranno organizzati presidi fissi e mobili.

LE FESTE
Controlli che verranno coordinati con i 570 agenti della polizia e i 500 carabinieri.
I militari da giorni stanno anche sorvegliando le chat. Con le discoteche chiuse infatti, il timore è che l'organizzazione di feste private e ritrovi fuori controllo possa passare attraverso i canali social.
Dunque da Telegram ai gruppi Instagram e Facebook, i militari stanno sorvegliando i canali più caldi e frequentati dai ragazzi. Allo stesso tempo, sono stati predisposti controlli serrati anche sul litorale romano, ai Castelli e nei comuni limitrofi alla Capitale. Qui, nel mirino delle forze dell'ordine e delle polizie amministrative ci sono casali e residence.

Nuove regole infine anche per gli alberghi. In questo caso però l'attenzione sarà altissima perché con le nuove disposizioni, si può prenotare e usufruire dei servizi anche solo con il pass di base. Cioè è sufficiente presentarsi con un tampone negativo della validità di 48 o 72 ore: un'opportunità per i no Vax di organizzare festeggiamenti e serate in una città sempre più blindata e che dal prossimo 3 gennaio passerà in fascia gialla. Con nuove e più stringenti misure anti contagio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA