Capodanno a Roma: in 40mila al Circo Massimo con la sindaca Virginia Raggi

Oltre 40mila persone hanno salutato il nuovo anno al Circo Massimo di Roma. Famiglie, ragazzi e qualche turista che si sono messi religiosamente in fila ai varchi per sentire i principali successi di Carmen Consoli e i monologhi di Andrea Rivera e Ascanio Celestini. Fermati alcuni immigrati davanti alla stazione  Colosseo che stava rapinando alcuni romani. Tutto per il resto si è svolto secondo programma tra giochi di luce e coreografiche pirotecniche in una Roma - se si fa eccezione del centro storico vicino all’area archeologica - con ben poca gente in giro. E come da copione è scattata la contestazione (non eccessiva ma più rumorosa degli anni scorsi) quando è salita sul palco del Circo Massimo la sindaca Virginia Raggi che, oltre a partecipare al count down, ha invitato i romani a un 2020 «più sostenibile» per difendere il terrritorio capitolino. Non sono mancati gli irresponsabili che hanno acceso i botti, anche assai fragorosi, direttamente in mezzo alle strade anche del centro (via del Tritone, piazza Barberini, via Nazionale, ad esempio) senza rischiare di essere multati come meritato e come previsto dall'ordinanza del Campidoglio.
Poi tutti a ballare con un dj di eccezione - Skin leader degli Skunk Anansie - o a disperdersi tra le decine di eventi organizzati per il Capodanno Romano.
Come sempre intensificati per tutta la notte i servizi di controllo della polizia di Roma Capitale alla quale ha dato manforte anche il vigile onorario Giancarlo Magalli che ha accompagnato il comandante Di Maggio. Tutti i vigili hanno ricevuto i saluti e gli auguri della sindaca Raggi. Rafforzati anche i turni della Polizia e dei Carabinieri.


(Foto di  Paolo Pirrocco e Paolo Leone/Ag.Toiati) 
 

 

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA