ROMA

Movida violenta, autista Atac aggredito a Ponte Milvio

Lunedì 9 Dicembre 2019 di Marco De Risi

L'autista gli ha spiegato che dovevano fare meno confusione nella vettura. E loro, alcuni ragazzi fra i quali dei minorenni, per tutta risposta l'hanno preso a pugni in faccia. Un pestaggio del quale si fa fatica anche a comprendere i motivi, quello di sabato, intorno alle dieci e mezza di sera, nei pressi di Ponte Milvio, in piena movida. A prendere le botte un autista di 42 anni, dell'Atac, che si trovava al volante di un bus della linea 301 e stava percorrendo il tratto finale di via Nemea all'incrocio con via Orti della Farnesina. All'interno c'era un gruppetto di ragazzi che stava urlando, dava spintoni, parlava a voce altA.

Passeggero senza biglietto, picchiati autista e controllore del bus
Roma, autista bus Atac aggredito per aver svegliato un passeggero

Uno di loro era in maniche corte, incurante del freddo, forse alticcio. L'autista, dopo avere visto il disagio degli altri passeggeri, ha fermato il mezzo e ha chiesto al gruppo di calmarsi: «Ora basta, non fate tutto questo rumore».
E subito è scattata la reazione dei giovani. Prima è volato qualche spintone nei confronti del conducente, poi si sono avventati contro colpendolo a pugni sulla faccia. La vittima è caduta sul pavimento mentre i ragazzi sono fuggiti dalla porta centrale. Più passeggeri hanno chiamato i soccorsi. Sono accorsi alcuni equipaggi della polizia che hanno anche avvisato il personale di un'ambulanza. I sanitari hanno medicato sul posto l'autista che ha riportato qualche livido in faccia.

LA CACCIA
La polizia ha perlustrato le strade della movida di Ponte Milvio alla ricerca dei responsabili. L'aggressione, secondo gli investigatori, sarebbe da inquadrarsi in quei fatti violenti prodotti proprio dall'intensa vita notturna della zona dove spesso ragazzini, anche minorenni, fanno un uso eccessivo di alcol e droghe. «Ero seduto al centro del bus - racconta un testimone - Si vedeva che quei ragazzi erano su di giri. Ho pensato che fossero ubriachi. Hanno reagito contro l'autista in un modo che mai mi sarei aspettato. In modo violentissimo». Gli investigatori stanno svolgendo accertamenti per risalire agli aggressori. Stanno controllando le telecamere della zona nella speranza che possano avere catturato qualche immagine dei violenti. Poi, alcuni passeggeri hanno descritto un loro sommario identikit, dai vestiti alle caratteristiche somatiche. Non è escluso che proprio grazie a queste indicazioni, gli agenti riescono a trovarli e a denunciarli per lesioni ed interruzione di pubblico servizio.
 

Ultimo aggiornamento: 08:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA