Roma, stop ai minimarket: asporto alcol vietato dopo le 18. Movida, piazze chiuse da Trastevere a San Lorenzo

Roma, stop ai minimarket: asporto alcol vietato dopo le 18. Movida, piazze chiuse da Trastevere a San Lorenzo
2 Minuti di Lettura
Venerdì 5 Marzo 2021, 20:33 - Ultimo aggiornamento: 6 Marzo, 03:02

Stop alla vendita e all'asporto di bevande alcoliche e superalcoliche dopo le ore 18 nei minimarket, distributori automatici ed esercizi di vicinato, ad eccezione delle enoteche e delle attività al dettaglio con codice Ateco 47.25. Come anticipato dal Messaggero, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha firmato oggi la nuova ordinanza per rendere più stringenti le prescrizioni anti contagio introdotte dal Dpcm emanato lo scorso 2 marzo 2021. E intanto, nell'ambito dei controlli anti-movida, nella serata di venerdì sono state temporaneamente chiuse alcune aree di Trastevere, San Lorenzo e piazza Bologna a causa di assembramenti. 

Considerato l'andamento dei contagi, si rendono necessarie ulteriori misure per contenere assembramenti soprattutto nelle zone della movida, spiega il Campidoglio. Il provvedimento verrà applicato sull'intero territorio comunale, dalle ore 18 alle 7 del giorno successivo, fino al 6 aprile. Ogni inosservanza verrà sanzionata con il pagamento di una sanzione amministrativa da 400 a 1.000 euro.

Raggi: non possiamo abbassare la guardia

«Non possiamo abbassare la guardia di fronte a una situazione epidemiologica che non fa ben sperare. Abbiamo il dovere di mettere in atto ogni misura che prevenga l'aumento dei contagi per la tutela di tutti i cittadini. Abbiamo deciso di vietare la vendita e l'asporto di alcolici e superalcolici nei minimarket, nelle ore serali, per evitare il rischio di assembramenti e garantire maggiore sicurezza nelle nostre strade. Dobbiamo anche evitare che i minimarket continuino a esercitare una concorrenza sleale nei confronti degli esercizi autorizzati alla vendita», ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA