Roma, suk abusivo all'Ostiense: c'è anche un barbiere sul muretto

Roma, suk abusivo all'Ostiense: c'è anche un barbiere sul muretto
di Giampiero Valenza
4 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Giugno 2021, 06:22

Le sagome del monumento alle vittime di fascismo e nazismo, in piazzale Ostiense, sono coperte da passeggini pieni di buste e oggetti usati. In un vialetto largo giusto qualche metro, passaggio quasi obbligato per i tanti pendolari che viaggiano con la metropolitana e con il trenino che porta a Ostia, decine di persone si ammassano per dare vita a un mercatino abusivo e improvvisato. Una quindicina di teli sono stesi a terra e vendono abiti e scarpe usate, smartphone (più o meno nuovi), giocattoli, chincaglieria. A un certo punto una persona si siede sul muretto e un'altra si mette alle sue spalle. Prende un tagliacapelli dalla tasca e, in quel momento, apre la sua bottega. Fa il barbiere lì, nello spazio all'aperto. La scena è assurda: il cliente, un ragazzo, gli chiede una spuntatina e lui esegue. Poco importa se di regole non ce n'è neanche l'ombra e se i i capelli cadranno lì, tutti tra l'aiuola e il muretto.

Ambulanti Roma, via il suk da Cola di Rienzo: la Raggi sfratta le bancarelle

Il parrucchiere lavora nell'area verde del piazzale, davanti ai curiosi che cercano una camicetta a poco prezzo e a chi tira dritto con lo zaino in spalla facendo finta di niente. Il parrucchiere, vestito con un paio di pantaloncini grigi, una magliettina rosa e un cappellino, fa il suo taglio con una sicurezza tale da dare l'idea come quella non sia la sua prima volta. «È una situazione veramente assurda.

I TESTIMONI

In quel vialetto si vende merce di dubbia provenienza e c'è un continuo assembramento di persone. Non è solo una questione di decoro, ma anche di igiene e salute, soprattutto in questo momento di emergenza per la pandemia di Covid-19 spiega Claudio De Santis, presidente del Comitato di quartiere L'Ostiense Le forze dell'ordine sono intervenute tantissime volte ma a quelle persone non interessa: tornano immediatamente a riaprire questo mercatino abusivo che di sicuro non è un'ottima immagine per i tanti pendolari e per i turisti che passano per Piramide».

La soluzione per mettere fine al mercatino abusivo c'è stata ma non è durata tanto quanto i residenti avrebbero voluto. «Avevamo risolto grazie a un presidio fisso di un'auto della polizia locale, ora chiediamo di ripristinarlo. Capisco come possa essere un impegno di non poco conto per i vigili, ma qui ci vuole un controllo dalle 9 alle 19. Solo così possiamo evitare che si ritornino tutti con le loro lenzuola di merce», aggiunge de Santis. La vicenda legata a piazzale Ostiense è arrivata qualche giorno fa all'attenzione del sindaco Virginia Raggi, con una richiesta d'aiuto inviata via e-mail da chi vive quel luogo. «È stata presentata anche un'interrogazione in Campidoglio dal consigliere Francesco Figliomeni per chiedere un intervento definitivo continua De Santis I residenti di Ostiense e San Saba sono esasperati e da mesi non passano più da lì neanche per una passeggiata con il cane. Io stesso ho visto una lite tra due persone proprio in quello spazio. E' un'area di bivacco: c'è chi rimane per una giornata intera e ne approfitta per bere qualcosa. Così non rimane tanto lucida e può dare in escandescenze per poco. E' un pericolo per tutti».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA