Roma, a Castel Romano Designer Outlet la carovana di Komen Italia per screening gratuiti

Da sinistra, Rosanna Banfi, Daniela Terribile e Francesco Mancuso
di di Federica Sbrenna
3 Minuti di Lettura
Martedì 21 Settembre 2021, 17:42

Il sole di fine estate scalda i cuori delle Donne in Rosa. Sono le protagoniste della Carovana della Prevenzione, fino a domani 22 settembre. Un'iniziativa che difende la salute e offre screening gratuiti per la diagnosi precoce del tumore al seno. Così i camper di Komen Italia, l’organizzazione basata sul volontariato e attiva sul territorio nazionale, aprono le porte a tutte coloro che desiderino effettuare esami specialistici. Castel Romano Design Outlet è l’ultima tappa del tour che ha attraversato l’Italia, per un totale di 500 screening effettuati: accolte dal manager di McArthurGlen, Francesco Mancuso, moltissime donne siedono in attesa del loro turno, tra sguardi solidali e sorrisi nascosti sotto la mascherina. A dare loro sostegno e incoraggiamento l’arrivo di Rosanna Banfi, madrina delle Donne in Rosa. «Siamo quelle che hanno combattuto o stanno combattendo il cancro al seno, al cui turbine è possibile scampare solamente per mezzo della prevenzione, l’unica via che permette la salvaguardia della nostra salute», esordisce con fermezza e tenacia.


L’attrice, che ha personalmente combattuto e sconfitto la malattia nel 2009, è portavoce e testimone di una battaglia che può essere vinta quando individuata per tempo. Sullo stesso punto insiste la chirurga senologa Daniela Terribile, vice direttore del centro di senologia del Policlinico Agostino Gemelli. Insieme allo staff di Komen Italia, ha messo in risalto come l’emergenza covid abbia diminuito la possibilità di effettuare diagnosi preventive, coerentemente ad un clima teso e incerto. La rinuncia ai controlli periodici ha registrato due milioni di screening in meno di cui 80mila solo nel Lazio: un dato allarmante che potrebbe comportare un incremento dei tumori nei prossimi anni. «La pandemia ha provocato una riduzione oggettiva della disponibilità da parte delle strutture, di conseguenza la sfiducia delle pazienti nel sottoporsi ai controlli di routine: una circostanza che ha prodotto l’aumento dei casi in stati più avanzati», spiega. «Richiamare alla prevenzione in una location dedicata allo shopping ne sottolinea a tuttotondo l’aspetto terapeutico, che non va demonizzato: molte donne sono spaventate ma è importante comprendere che svagarsi e curarsi sono entrambe forme d’amore verso noi stesse», aggiunge.

La Carovana della Prevenzione è l’iniziativa che anticipa la tappa di ottobre della Race for Cure, la manifestazione che da oltre vent’anni colora di rosa il Circo Massimo, riunendo le Donne in Rosa e chiunque voglia parteciparvi per una camminata di 3 km o una corsa di 5 km. Quest’anno, come di consueto, il Villaggio della Salute offrirà gratuitamente prestazioni cliniche su prenotazione e raccoglierà fondi per la ricerca contro la lotta ai tumori al seno in Italia e nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA