ROMA

Rogo al Tmb di Rocca Cencia, si indaga per incendio colposo

Lunedì 25 Marzo 2019
1

Incendio colposo. E' l'ipotesi di reato per il rogo del Tmb di Rocca Cencia scoppiato domenica sera a Roma. In nottata il pm Carlo Villani si è recato nell'impianto per effettuare un primo sopralluogo e la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine. «Se è un attacco, sappiano che non ci fermiamo» aveva commentato la Raggi arrivata sul posto domenica sera. A dicembre è andato distrutto, sempre per un incendio, il Tmb Salario. Massimo Bagatti, amministratore di Ama, domenica ha ricordato: «La sindaca Raggi aveva chiesto di far presidiare gli impianti dall’Esercito e forse aveva ragione».
 

IL ROGO - Soltanto dopo una notte di lavoro, i vigili del fuoco sono riusciti a spegnere l'incendio nel Tmb di Rocca Cencia. Ora si passa alle verifiche tecniche e strutturali dell'impianto fondamentale per il funzionamento della raccolta dei rifiuti a Roma. L'impianto di Rocca Cencia infatti tratta circa un quarto dei rifiuti.  Il rogo di rifiuti ha interessato una parte circoscritta di un capannone di circa duemila metri quadrati che è stata messa sotto sequestro.  

LA DINAMICA - Un focolaio nella vasca di stoccaggio dei rifiuti è stato subito individuato dal vigilantes che era in servizio e ha provveduto a iniziare lo spegnimento. Sono circa 500 le tonnellate di rifiuti che si trovavano nella vasca di stoccaggio dove è scoppiato l'incendio. Il ragno che viene utilizzato per spostare il materiale, non sarebbe stato danneggiato dalle fiamme. I rifiuti bruciati dovranno essere trattati come rifiuti speciali e per questo, per alcuni giorni, potrebbe essere chiusa una delle due linee di trattamento meccanico biologico di Ama. 

 

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma