ROMA

Rifiuti, blitz di Raggi in Regione: «No discarica a Roma, portarla in altri Comuni»

Mercoledì 27 Novembre 2019
9
È arrivata insieme ai presidenti di Municipio

La sindaca di Roma Virginia Raggi insieme a presidenti di municipi con un 'blitz' è arrivata davanti al Consiglio regionale del Lazio. «Oggi sono qui in Regione Lazio insieme ai presidenti dei Municipi di Roma per dire una cosa chiara: non vogliamo nuove discariche nella nostra città dopo che per 60 anni Roma ha sopportato il sito di Malagrotta, il più grande d'Europa, e visto che ne esistono già altre attive e capienti nel territorio del Lazio. La Regione faccia chiarezza e ascolti la voce dei tre milioni di cittadini romani», spiega Raggi.

Leggi anche Rifiuti, il no dei grillini ferma Raggi sulla discarica: il commissariamento si avvicina

«Noi non siamo qui per una sequela di no, ma per dire sì a un piano regionale rifiuti organizzato e concordato». Lo ha detto la sindaca di Roma Virginia Raggi davanti al Consiglio Regionale del Lazio. «Roma farà la sua parte», ha promesso la sindaca durante il 'blitz' per manifestare la contrarietà a nuove discariche sul territorio romano. La prima cittadina ha continuato: «Vogliamo evitare una guerra tra i Comuni, serve pianificazione» ma «il potere di individuazione dei siti, ovvero pianificatorio, è della Regione»I presidenti dei municipi romani durante il blitz indossavano le fasce delle rispettive circoscrizioni, così come Raggi indossava la fascia tricolore. «I romani sono stanchi di essere ostaggio di ricatti politici. Meritiamo rispetto. Siamo pronti al dialogo ma non siamo il campo da gioco di nessuno», ha detto la presidente del municipio VII Monica Lozzi.

Leggi anche Rifiuti di Roma, sindaco di Civitavecchia: «Non possiamo diventare la pattumiera di Roma»

Dal XIV municipio Alfredo Campagna ha aggiunto: «Siamo qui per assumerci le nostre responsabilità e chiedere alla Regione di fare lo stesso. Dario Innocenti, presidente del municipio »dove si parla di aprire la discarica di Falcognana«, ha affermato che una tale soluzione »sarebbe in pieno agro romano, a 3 chilometri dal Divino Amore, in una zona che soffre già per le discariche. Una nuova discarica sarebbe devastante per il territorio, abbiamo i cittadini in rivolta. Sarebbe assurdo«. Innocenti ha quindi aggiunto: «Vogliamo che la Regione ci dia un piano serio per i rifiuti, in base a questo piano il Comune farà la sua parte. In base alle aree individuate siamo pronti a fare gli impianti e a trattare i rifiuti. Siamo qui con spirito propositivo, tutti insieme e tutti uniti alla nostra sindaca.
 

Ultimo aggiornamento: 28 Novembre, 01:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma