COVID

Regina Coeli, protestano i detenuti: grida e utensili battuti sulle inferriate

Domenica 25 Ottobre 2020
Video
2

Grida e proteste nel carcere di Regina Coeli a Roma. Come è ben avvertibile anche dall'esterno, da due sere i detenuti "battono" sulle sbarre delle celle con gli utensili da cucina anche se ancora non sono noti i motivi della protesta nell'istituto penitenziario dove si contano però 387 reclusi oltre la capienza. Le prime proteste nei carceri romani si erano accese a marzo, con le misure restrittive anticontagio che avevano portato alla sospensione dei colloqui con i familiari. La situazione era tornata alla normalità con l'attivazione degli incontri via Skype e i triage allestiti nei piazzali. L'ultimo focolaio registrato è dello scorso 8 ottobre nella sezione femminile di Rebibbia, quando cinque detenute sono risultate positive al Covid.

Flaminia Savelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA