Evaso da Rebibbia, Manolo Gambini si è consegnato ai carabinieri dopo una fuga di 10 giorni

Evaso da Rebibbia, Manolo Gambini si è consegnato ai carabinieri dopo una fuga di 10 giorni
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Gennaio 2021, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 17:01

Manolo Gambini, l'uomo di 41 anni che dieci giorni fa era evaso dal carcere di Rebibbia, si è consegnato ai carabinieri. Dopo una fuga durata più di una settimana, avendo molto probabilmente capito che stava per essere rintracciato di nuovo, ha deciso di consegnarsi spontaneamente ai militari. 

Roma, latitante da 10 anni viveva in villa tra abiti firmati e auto di lusso: arrestato 38enne

Era fuggito lo scorso 17 gennaio scavalcando il muro di recinzione dell'istituto. Le ricerche sono scattate subito e ha visto le forze di polizia setacciare l'area ad est e della Capitale. L'evaso era stato arrestato  a Cerveteri su disposizione del Gip di Grosseto ed era a Rebibbia da marzo dell'anno scorso.

Le indagini

Le indagini condotte sin dall'inizio dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria e dai Carabinieri della Compagnia di Civitavecchia, coordinate dalla Procura di Roma, hanno consentito di individuare le possibili aree dove l'evaso poteva trovarsi. Dopo le prime battute di ricerca su tutte le piste possibili è stata individuata la zona di interesse dove sono state eseguite ripetute perquisizioni, che hanno interessato persone e locali, e diversi servizi che hanno permesso di stringere il cerchio. Stamattina, probabilmente sentendosi braccato, ha deciso di consegnarsi alle Forze dell'Ordine. Dalla Stazione di Cerveteri l'uomo è stato condotto presso la Compagnia dei Carabinieri di Civitavecchia per il fotosegnalamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA