Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Raul Moro, il giocatore della Lazio picchiato e rapinato dell'auto da finti agenti sul raccordo a Roma

Il ragazzo picchiato, insieme al padre, e rapinato dell'auto ieri sera poco dopo le 23. Per lui naso fratturato.

Raul Moro, il giocatore della Lazio picchiato e rapinato dell'auto sul raccordo a Roma
di Emiliano Bernardini
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Aprile 2022, 11:09 - Ultimo aggiornamento: 18:07

Tanta paura, un occhio tumefatto e il naso fratturato. Notte da incubo per il giocatore della Lazio, Raul Moro picchiato e rapinato da due finti agenti. Il centrocampista ieri in tarda serata è stato fermato, mentre percorreva il raccordo anulare, da due carabinieri. Paletta alzata e il segno di accostare.

 

Raul Moro vedendo i carabinieri si è fermato. Si trattava però di due ladri che in attimo lo hanno aggredito con pugni e calci. Poi gli hanno intimato di consegnargli tutto quello che aveva: un costoso orologio e i soldi. Il ragazzo visibilmente scosso e sanguinante ha chiamato le forze dell’ordine e i soccorsi.

Roma, furto al circolo del padel di via Due Ponti: indagato il gioielliere che ricettava gli orologi

Roma, paura per il laziale Basic: il croato rapinato del Rolex

Sul luogo è arrivata un’ambulanza del 118 che lo ha accompagnato al policlinico Casilino dove ha passato la notte per accertamenti. La prognosi è una ventina di giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA