ROMA

Raggi: «La mia ricandidatura? Non ho ancora sciolto la riserva. CasaPound? Gli sgomberi spettano alla Prefettura»

Giovedì 11 Giugno 2020
4
Raggi: «La mia ricandidatura? Non ho ancora sciolto la riserva»

Virginia Raggi a 360 gradi. La sindaca di Roma parla di tutto. A partire dalla sua ricandidatura. «Se ieri ho incontrato Beppe Grillo a Roma per parlare della mia ricandidatura? No, non c'è stato un incontro. Io e Beppe ci sentiamo spesso ma non parliamo di questo. C'è un Paese che s'è ben comportato ma è in ginocchio». Così in un'intervista a La7. Rispetto a un suo possibile bis in Campidoglio Raggi sottolinea: «Non mi sono espressa, non ho sciolto la riserva, molti cittadini me l'hanno chiesto ma questo è il momento della responsabilità. Siamo ancora in piena crisi economica e sociale. Ora bisogna lavorare a testa bassa, le poltrone non sono un argomento da toccare adesso. Un voto a me stessa? I voti li danno i cittadini ala fine del mandato - ha risposto la sindaca - Io continuo a lavorare e fare provvedimenti per la città».

Bis di Raggi, guerra nel M5S e governo Conte: Beppe Grillo in settimana a Roma: «Torno in campo»

L'ipotesi di accettare, in vista delle elezioni amministrative per il 2021, l'appoggio del Partito democratico, è una «domanda in questo momento non ha alcun senso di realtà. Sul Pd voglio fare una riflessione - aggiunge - a Roma immaginiamo che il Pd sia un partito di sinistra ma su Atac hanno votato un referendum per la privatizzazione, io l'ho trovata sull'orlo del fallimento e la sto risanando con il concordato preventivo in continuità. Viene da chiedersi: ma il Pd è di sinistra o cosa?».

Bugani (capo staff Raggi): «Roma, ci vedremo con il Pd al ballottaggio. E per i sindaci deroga al secondo mandato»

Sugli sgomberi delle strutture occupate «il centrodestra fa una sorta di mistificazione, sanno benissimo che gli sgomberi li fa la Prefettura e li ordina la Procura, su Casapound io ho evidenziato che lì dentro c'era un'occupazione illegale e il demanio ha preso a cuore la questione e il Comune darà assistenza alle fragilità presenti, la destra mischia le mele con le pere», continua Raggi. Infine, rispetto al focolaio di Covid-19 sviluppatosi all'Irccs San Raffaele Pisana «il dato di stamane è di 69 malati» e quindi «dobbiamo ricordare che non ci siamo lasciati la pandemia alle spalle».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA