ROMA

Roma, ancora un rimpasto in Campidoglio: Raggi cambia 4 assessori

Lunedì 23 Settembre 2019 di Lorenzo De Cicco
8
Roma, ancora un rimpasto in Campidoglio: Raggi cambia 4 assessori

Ennesimo giro di poltrone in Campidoglio. Virginia Raggi manda a casa quattro assessori e vara un altro rimpasto per puntellare la giunta nell'ultimo anno e mezzo di mandato. La novità politica è l'ingresso nell'esecutivo capitolino dei consiglieri M5S. Basta tecnici, ora politici grillini doc per l'ultima fase, è la linea di Raggi. Che spera in una ripartenza dopo oltre tre anni di grane e affanni. E' una mossa alla Chiara Appendino, perchè anche la sindaca di Torino, dopo le crisi e le tensioni interne all'ombra della Mole, ha avallato l'ingresso in giunta degli eletti nel Consiglio comunale sabaudo, all'inizio tenuti fuori dalla squadra di governo cittadino.

NIENTE "FILO-PD"
Raggi ora ripete l'operazione su più larga scala, sembra il tentativo di "blindarsi" ed evitare frazioni nell'ultimo scorcio di consiliatura. Di certo, a leggere i profili dei nuovi assessori, non sembra esserci nessun esponente filo Pd, come qualcuno aveva ipotizzato. Insomma, intorno al Marc'Aurelio l'asse giallo-rosso non sembra concretizzarsi, almeno per il momento, a livello istituzionale.

I nomi: via Laura Baldassarre dal Sociale, entra Veronica Mammi, assessora alle Politiche Sociali in VII Municipio e moglie dell'ex vicepresidente 5S del Consiglio comunale, Enrico Stefano. Fuori anche Flavia Marzano, le deleghe alla Semplificazione andranno alla sindaca. Veronica Vivarelli, consigliera M5S, già presidente della Commissione competente, sostituisce Rosalba Castiglione al Patrimonio. Pietro Calabrese, attuale presidente della Commissione Mobilità del Comune, rimpiazza Linda Meleo ai Trasporti: quest'ultima prende il posto di Margherita Gatta ai Lavori pubblici.

Leggi anche:-> Roma, effetto del nuovo governo sulla Regione: l'idea di tecnici grillini in giunta
Leggi anche:-> Roma, mossa di Raggi sotto assedio: Laura Fiorini assessore al verde dopo 4 mesi

«L'Amministrazione Raggi fa "ammuina" lanciandosi nell'ennesimo giro di valzer di assessori, 13 in tutto quelli cambiati, con un rimpasto senza alcun contenuto sostanziale. L'unico modo per cambiare davvero le cose, infatti, è porre fine a questa disastrosa esperienza». Lo afferma la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria. «Il tema - prosegue - non è il dualismo tra tecnici e politici ma la totale incapacità dei 5 Stelle, Raggi in testa, di guidare la Capitale. Continuare poi a rinviare ai 'prossimi mesì il raggiungimento di non si sa quali obiettivi è l'ennesima beffa: questa giunta è in carica da tre anni e la pazienza dei cittadini è finita», conclude.

«Raggi sforna nuovi assessori. In attesa di nuovi addii, si aprono scommesse su quanto dureranno gli ultimi arrivati». È quanto afferma, in una nota, Stefano Pedica del Pd. «Una cosa è certa - sottolinea Pedica - visto che l'attività principale in Campidoglio è diventata quella di fare rimpasti e rimpastini, non vorrei che Raggi pensasse di dare anche una delega speciale per la Selezione nuovi assessori».
 

Ultimo aggiornamento: 17:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma