Rachele Mussolini, chi è la nipote del Duce più votata a Roma. «Il cognome non c'entra, premiata per l'impegno»

Candidata con Fdi ha preso 6.522 voti. E' la figlia di Romano e sorellastra di Alessandra

Rachele Mussolini, chi è la nipote del Duce più votata a Roma. «Il cognome non c'entra, premiata per l'impegno»
di Veronica Cursi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 6 Ottobre 2021, 09:39 - Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre, 21:40

Il cognome non c’entra, ne è sicura. «Ma è sempre stato un fardello pesante. Ho imparato sin da bambina a conviverci. A scuola mi additavano, ma poi è venuta fuori Rachele. E  la persona prevale sul proprio cognome». Rachele Mussolini, nipote del Duce, figlia di Romano e candidata di Fdi, è la più votata alle comunali di Roma con 6.522 voti. E questo non l'ha risparmiata da diversi attacchi sul web. «A Roma la nipote del dittatore fascista ha ottenuto il maggior numero di voti in consiglio comunale. Difficile immaginare che ciò possa accadere in altri paesi», scrivono in molti su Twitter. Ma c'è anche chi la difende: «Non ho capito... Una persona solo perchè ha quel cognome ed ha un legame di parentela significa che è una delinquente, una criminale? Che non può fare politica?». Rachele incassa le polemiche, agguanta i voti e guarda avanti: «Ho molte amiche di sinistra - racconta in un'intervista a Repubblica - Una ha certamente votato per me. Ha scelto Calenda o Gualtieri, e poi me».

Elezioni Roma, ecco i consiglieri più votati. Preferenze, in calo: gli elettori scelgono solo il partito

Rachele Mussolini: «Io bannata da Instagram per aver cantato due strofe di “Leggenda del Piave”»

Il nome della nonna

La sorellastra di Alessandra Mussolini,  figlia di Romano Mussolini e della sua seconda moglie, Carla Maria Puccini (Alessandra Mussolini nacque dal primo matrimonio del figlio del Duce con Maria Scicolone, sorella di Sophia Loren), stesso nome della nonna - Donna Rachele moglie di Benito -  era già entrata al Campidoglio nel 2016, nell’era Virginia Raggi, eletta allora nella lista civica di Giorgia Meloni. Figlia del jazzista Romano ha iniziato a muovere i primi passi sulla scena politica fin da giovanissima; nel corso del suo primo mandato, oltre a svolgere la propria attività all’interno delle Commissioni capitoline, ha ricoperto anche l’incarico di vice presidente della commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza di Roma Capitale. 

Premiata per l'impegno

I risultati delle elezioni l'hanno sorpresa. «Sono sempre molto scaramantica ma sicuramente sono contenta di questo risultato. Certamente ripaga del lavoro che ho svolto nei cinque anni in Consiglio Comunale all'opposizione con i miei colleghi di Fratelli d'Italia con i quali abbiamo condiviso tante battaglie sempre e solo nell'interesse della città e in maniera non strumentale. Sono molto cresciuta personalmente. Venni eletta in una lista civica, che appoggiava Giorgia Meloni, con una manciata di voti e quindi il fatto sia cresciuta tantissimo sicuramente è gratificante. Sono comunque contenta e soddisfatta del mio lavoro».

 

Nonno, il Duce

«Cosa penso dio mio nonno? - disse in un'intervista del 2016 - ll fascismo deve essere consegnato alla storia. Capisco la curiosità dei media per me e per mia sorella, ma vorrei che potessimo concentrarci sui problemi reali. Io e Alessandra abbiamo vite diverse e non ci siamo mai frequentate tanto».

Durante la campagna elettorale delle ultime Amministrative Rachele Mussolini si è concentrata prevalentemente sul tema delle periferie tanto da proporne la creazione di un Assessorato a Tor Bella Monaca. «Le periferie sono una realtà troppo spesso trascurata che sempre più finisce per divenire ostaggio della criminalità, così come alla disabilità e all’edilizia residenziale popolare», ha più volte ripetuto.  «Io sono affezionata alle periferie, sono stata più volte a Tor Bella Monaca e al Quadraro che non ai Parioli. Una scelta fatta per necessità: si dovrebbe cercare di andare dove più ci sono problemi, dove i sistemi di servizi sono a rischio collasso, dove le persone ti vogliono parlare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA