Botte, minacce e insulti al compagno di scuola: la mamma se ne accorge e fa arrestare il bullo 15enne

Venerdì 11 Gennaio 2019
2
Botte, insulti e minacce. Tutto questo subiva da tempo un quindicenne perseguitato da un compagno di scuola. Fino a quando la vittima ha trovato il coraggio di raccontare alla mamma tutto il suo dolore e il bullo, 15 anni anche lui, è stato fermato per atti persecutori: ora il tribunale ha deciso per lui il collocamento in una comunità

A far scattare il tutto è stata la mamma del ragazzo bullizzato, preoccupata dagli strani comportamenti del figlio minore, come stati d'ansia e carattere eccessivamente chiuso, tali atteggiamenti da generare uno stato di ansia e di paura nell'intero nucleo familiare. Le indagini avviate dai Carabinieri hanno dimostrato le continue vessazioni subite dal 15enne che, sin dall'inizio dell'anno scolastico era agitato, nervoso e mostrava poco entusiasmo nel recarsi quotidianamente a scuola, e hanno portato all'identificazione del bullo.

Con i militari hanno collaborato anche gli insegnanti della scuola dei ragazzi, fornendo elementi utili a identificare il bullo e a porre fine all'incubo vissuto dalla vittima. Il minore arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso il Centro di Giustizia Minorile a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Ultimo aggiornamento: 21:47 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La volpe sfrattata dai topi

di Marco Pasqua

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma