Il primo nato del 2022 è una bambina: Olivia è figlia dell'ex Miss Roma

La mamma della piccola si chiama Alexandra e lavora come modella

Il primo nato del 2022 è una bambina: Olivia è romana ed è figlia dell'ex Miss Roma
di Valentina Venturi
3 Minuti di Lettura
Sabato 1 Gennaio 2022, 21:03

Nel reparto di Ostetricia e Ginecologia è apparso il fiocco rosa per il primo nato d’Italia del 2022. Giusto un secondo dopo lo scoccare della mezzanotte, tra i festeggiamenti generali, è venuta al mondo Olivia, data alla luce nella Casa di Cura Santa Famiglia, a Roma, monospecialistica proprio in Ostetricia e Ginecologia. La bimba pesa 3,800 kg ed è in perfetta salute, come la mamma Alexandra già Miss Roma 2014 e che lavora come modella. Felicità senza limiti per il papà Luca.

Il primo parto dell'anno

«Ringrazio di cuore l’equipe dei medici e dei dipendenti della Clinica – dichiara la direttrice della Casa di Cura Santa Famiglia Donatella Possemato –. Il mio pensiero all’alba del nuovo anno va a quei professionisti che hanno lavorato in questi giorni di festività affinché tutte le donne e i pazienti e i loro familiari potessero vivere al meglio la gravidanza e il parto come momento magico della vita. Siamo felici di poter accogliere anche quest’anno il primo bambino nato nella Capitale». Proprio nella clinica romana di via dei Gracchi si è registrato il record di 2050 bambini nati nel 2021, mentre il 2022 risulta il quinto anno consecutivo nel quale il primo parto dell’anno avviene a Roma e alla Santa Famiglia.

Giusto il tempo di dare il benvenuto al mondo a Olivia e da Prati ci si è spostati al rione Borgo dove sul filo di lana del tempo è venuta al mondo Emilia, nata di 3,100 kg all’Ospedale Santo Spirito in Sassia qualche secondo dopo la prima nata d’Italia 2022 Olivia. Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della Regione Lazio, ieri mattina è andato personalmente a far visita a Silvia, la mamma di Emilia, congratulandosi e omaggiandola con un beneaugurale mazzo di rose rosa. D’Amato si è augurato che «questo nuovo anno possa essere per tutti migliore e più sereno. Questo è sicuramente un inizio molto bello».

Roberto Marzilli, direttore UOC di Ostetricia e Ginecologia al Santo Spirito ha evidenziato come Emilia sia «la terza figlia della coppia. Vista la denatalità che si registra in Italia, questa scelta rappresenta un segno di speranza per il futuro. La signora ha seguito tutti i consigli medici: si era vaccinata con la dose booster per il Covid e anche per la pertosse, in modo da proteggere la neonata nei primi mesi di vita».

Fiducia nel futuro anche nelle parole di Maria Giovanna Colella, la direttrice UOC Neonatologa Asl Roma I: «Benvenuta Emilia che nasce nel cuore di Roma, in un ospedale storico e rappresenta un messaggio di speranza nel futuro. Congratulazioni e auguri di salute e serenità a tutti i genitori d’Italia. Cerchiamo di essere solidali». Oltre Olivia ed Emilia, sono nati nella notte di Capodanno 2021 altri tre bambini: Edoardo al San Filippo Neri, Thomas all'Ospedale Cristo Re e Vittoria al Fatebenefratelli San Giovanni Calibita.

Per tutti il sindaco Roberto Gualtieri ha voluto che venissero consegnati al neonato una copertina in pura lana vergine di colore bianco incartata con il fiocco e il logo di Roma Capitale, mentre alla mamma è stato donato un fascio di fiori. Se infine si dà uno sguardo alle nascite nel resto d’Italia, poco dopo la mezzanotte si sono affacciati al mondo anche Damiano a Torino, Samuele a Potenza, Salvatore a Trapani, Aurora ad Alghero e Giovanni a Nuoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA