Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Roma, va in ospedale ma si ritrova la casa occupata e con i mobili venduti: truffa al Prenestino

La polizia locale di Roma Capitale ha preso un 40enne di Trani, ora denunciato

Roma, va in ospedale ma si ritrova la casa occupata e con i mobili venduti: truffa al Prenestino
2 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Giugno 2022, 13:15 - Ultimo aggiornamento: 14 Giugno, 11:09

Occupazioni, nuova triste storia. L'assegnatario dell'immobile dell'Ater era ricoverato in ospedale per problemi di salute, quando Z.D., un uomo italiano di 40 anni, si è approfittato della sua assenza, non solo per sottrargli tutto l'arredamento e i documenti di identificazione, ma anche per affittare l'appartamento, spacciandosi per lui. Il quarantenne, dopo essersi adoperato a pubblicare annunci sui siti web più conosciuti per gli affitti, utilizzando false credenziali, è riuscito a portare a termine la truffa, ingannando due cittadini stranieri che, ignari di tutto, hanno iniziato a pagare mensilmente una quota per permanere nell'immobile, sito nel quartiere Prenestino. 

Roma, apre un buco nel soffitto per occupare una casa. Il vecchio inquilino era morto da poco

Roma, a Ostia sgomberate le case occupate dal clan Spada Di Silvio

Sono stati gli agenti della polizia locale di Roma Capitale, V Gruppo Prenestino, a scoprire il raggiro, a seguito delle accurate indagini scattate dopo aver accertato le prime anomalie relative all'occupazione dell'alloggio. Fondamentali gli accertamenti che, attraverso un'approfondita analisi dei movimenti eseguiti tramite una carta di credito prepagata, è riuscito a risalire all'identità dell'uomo, resosi irreperibile. Grazie alle ulteriori e capillari indagini, gli operanti hanno potuto rintracciare Z.D. presso la città di Trani. L'uomo è stato quindi denunciato all'Autorità Giudiziaria con le accuse di truffa, furto e sostituzione di persona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA