Roma, anziano picchiato per rapina al Collatino: la polizia dà la caccia a due nomadi

Roma, anziano picchiato per rapina al Collatino: la polizia dà la caccia a due nomadi
di Marco De Risi
3 Minuti di Lettura
Sabato 10 Luglio 2021, 12:15

Continua l’ondata di micro-criminalità in città. Venerdì mattina, un signore di 70 anni, stava rincasando, per mettersi al riparo dalla canicola, quando è stato aggredito da due rom, forse appena maggiorenni. Si è trattato di un’aggressione nella proprietà privata della vittima. L’uomo, infatti, è entrato nell’androne del palazzo. Non avrebbe mai pensato che sarebbe rimasto vittima di una rapina. I due banditi l’hanno preso di spalle e l’hanno bloccato per terra. Così sono riusciti a prendergli un orologio ed una collanina.

L’ennesimo colpo si è verificato in viale Cingoli fra il Collatino e Casal Bertone. Un quadrante di città già preso di mira dai nomadi e da altri stranieri con rapine e furti a tal punto da essere monitorato giorno e notte dalle forze dell’ordine proprio per mettere un freno alla criminalità spicciola che però è palpabile e colpisce chi è più indifeso come gli anziani.

Il settantenne è tornato in strada subito dopo il colpo per chiedere aiuto. I clienti del vicino bar ed anche altri residenti sono corsi in suo aiuto. L’hanno visto pallido in volto e tremante: aveva appena subito la rapina da parte dei due nomadi. Così sono state chiamate le forze dell’ordine. Sul posto, nel giro di pochi minuti, è accorsa la polizia. Da ricercare sono due giovanissimi, uno con un cappello, descritti da qualche testimone, come rom. Del resto poco distante viale Cingoli, c’è un campo nomadi che è monitorato dalle forze dell’ordine. In un recente passato sono stati arrestati nomadi per il reato di rapina ma anche di furto. Poi, gli stranieri rubano il rame e per levargli le guaine improvvisano incendi nei campi che svegliano e intossicano i residenti. 
”Ero al bar - commenta un cliente - il colpo è avvenuto a mezzogiorno e mezza. Ormai questa gentaglia non si fa più alcuno scrupolo e colpisce in pieno giorno”. Un altro problema della zona è la malavita che è radicata nella stazione Tiburtina. Alle spalle della stazione c’è un dormitorio di stranieri e alcuni di loro spacciano, rapinano, commettono furti in abitazione. La vittima di viale Cingoli è stata soccorsa da un’ambulanza. Il settantenne è stato medicato sul posto per alcune escoriazioni. Per fortuna i banditi non gli hanno fatto male. ”Ma è stato un caso che quell’anziano ha solo qualche livido. Quei due l’hanno preso di spalle facendolo cadere. Insomma è un caso che non si è fatto nulla”, questo il commento di un vicino che è intervenuto anche lui subito dopo il colpo.

La polizia ha intensificato i controlli nella zona. Dopo l’aggressione di viale Cingoli sono state messe in campo dalla Questura anche auto civette con equipaggi in borghese, quindi, molto meno visibili e che possono contare sull’effetto sorpresa. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA