Piantati cinque ulivi per cinque nuovi “giusti” di Roma
Uno dedicato al giornalista Antonio Megalizzi

Piantati cinque ulivi per cinque nuovi “giusti” di Roma Uno dedicato al giornalista Antonio Megalizzi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 18 Marzo 2019, 20:16

Cinque nuovi “giusti” dell'Umanità di Roma. Sono l'ambientalista Alexander Langer, l'antifascista Ursula Hirschmann, il dirigente di Solidarnosc Bronislaw Geremek, il giornalista Antonio Megalizzi e la missionaria Karen Jeppe. In loro memoria sono stati messi a dimora cinque ulivi nel Giardino dei Giusti di Villa Doria Pamphilj, inaugurato a marzo dello scorso anno. Alla cerimonia la sindaca Virginia Raggi che ha sottolineato: «Tra i cinque giusti c'è anche il giovane giornalista Antonio Megalizzi, morto nell'attentato di Strasburgo. Vogliamo contribuire a tenere viva la memoria soprattutto tra le giovani generazioni. E vogliamo ricordare chi ha lottato contro ogni forma di ingiustizia e sopraffazione, a tutela dei diritti fondamentali. Ci ritroveremo qui ogni anno per continuare a fare del Giardino dei Giusti di Roma un luogo di memoria, per riflettere insieme sui valori di libertà, democrazia e salvaguardia dei beni comuni». Ad individuare i nominativi delle cinque personalità è stato il comitato scientifico per la realizzazione del Giardino dei Giusti, presieduto dalla stessa sindaca e composto da Anna Foa, Riccardo Di Segni, Giovanni Maria Flick, Andrea Riccardi, Gianni Celestini e Massimiliano Atelli. Alla cerimonia di questa mattina hanno partecipato anche alcune scuole che hanno contribuito alla scelta di due delle personalità riconosciute come Giusti dell'Umanità nel 2019.
Presenti la mamma e la fidanzata di Megalizi. Prossimamente il Campidoglio potrebbe dare il suo nome a una scuola. L'idea di intitolare un plesso scolastico di Roma ad Antonio Megalizzi, il giovane speaker radiofonico europeista morto nell'attentato del dicembre scorso a Strasburgo, è arrivata questa mattina in occasione della piantumazione dei cinque nuovi ulivi proprio da parte dei docenti e i ragazzi dell'Istituto comprensivo di via Ceneda, a San Giovanni, oggi senza nome: hanno chiesto alla mamma di Megalizzi prima, alla Sindaca Virginia Raggi e all'assessore alla Scuola Laura Baldassarre poi, di intitolare la loro scuola al giovane. Adesso starà al Campidoglio attivare le procedure necessarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA