PAPA FRANCESCO

Roma, latte del Papa, produzione no stop: in dono ai bisognosi

Martedì 12 Maggio 2020 di Fabrizio Monaco

«Siamo a disposizione, quando serve basta chiamarci, noi ci siamo». Prosegue la fornitura di latte dell’azienda agricola Maccarese Spa per la mensa dei poveri del Papa. Claudio Destro, amministratore delegato della holding della famiglia Benetton, ha da poco inviato il secondo rifornimento alla Caritas di Roma e al Circolo di San Pietro: 600 litri di latte prodotto nelle stalle di viale Maria.

Coronavirus, alla mensa Caritas aumentati i pasti: precari e persone che hanno perso il lavoro

«La prima consegna di 1.300 litri era già stata inoltrata – spiega Destro – Raccolta, imbottigliamento e distribuzione del latte sono tutti a carico dell’azienda agricola, abbiamo consegnato le bottiglie che andranno in parte nei pacchi alimentari per le famiglie e in parte direttamente alla mensa». Un impegno assunto direttamente dal vertice della holding: «La società ha deciso di dare un aiuto tangibile e concreto ai più bisognosi – sottolinea Andrea Benetton presidente della Maccarese – per sostener quei cittadini più fragili che in questo momento di emergenza economica nazionale trovano difficoltà nell’approvvigionarsi anche a prodotti alimentari essenziali». 

Un’iniziativa non estemporanea ma pensata per continuare nel tempo, almeno fino a quando non si tornerà alla normalità, dopo il ciclone coronavirus, e a segnali evidenti di ripresa economica. La Maccarese ha iniziato le donazioni anche nei confronti dei residenti più in difficoltà del Comune di Fiumicino, latte imbottigliato con la collaborazione dalla vicina azienda Latte Sano.
 
Da quando è iniziata la distribuzione al comune costiero sono stati consegnati tanti litri di latte. «Una bella storia del territorio – spiega il sindaco Esterino Montino che aveva lanciato l’appello agli imprenditori locali – Grande per estensione e fatturato, con una storia molto lunga e radicata nel territorio, la Maccarese non ha certo bisogno di presentazioni. Nelle ultime settimane l’amministratore delegato della società ha fatto pervenire al Centro di Raccolta alimentare allestito alla Casa della Partecipazione tre bancali da 600 litri ciascuno, quindi ben 1.800 litri. Un dono per i cittadini e le cittadine che in questo momento subiscono più di altri gli effetti economici della crisi dovuta al Covid-19». Un esempio seguito da tante altre aziende agricole locali di piccole dimensioni che hanno voluto donare al Centro tanti beni alimentari.
 
«Da quando abbiamo iniziato la distribuzione il 6 aprile scorso sono state tante le famiglie aiutate – spiega Fabio Zorzi, consigliere comunale e presidente della Commissione Attività produttive – solo da Maccarese sono partiti in direzione delle famiglie almeno 3.200 pacchi alimentari utili al sostentamento di almeno 9.000 persone. Dobbiamo ringraziare la generosità degli imprenditori e i tanti volontari sempre pronti a offrirsi per confezionarli e portarli direttamente nelle case. Un lavoro corale davvero straordinario». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento